Sport, 28 novembre 2021

Lugano lanciatissimo: addirittura secondo!

Coach Mattia Croci Torti, in barba a procuratori invadenti e ai soliti diffidenti da canvetto, vola con il suo Lugano verso la vetta. Grazie alla vittoria sul GC (0-1), ieri i bianconeri hanno agganciato il Basilea al secondo posto. La marcia continua: dove si concluderà non è dato di sapere. Ma intanto godiamoci questa squadra!

ZURIGO - Per una notte i bianconeri sono secondi in classifica. Bene. Non accadeva dallo scorso inverno, quando sulla panchina c'era Maurizio Jacobacci. Ora al suo posto scalpita Mattia Croci Torti, tecnico fatto in casa, che anche ieri ha dato una dimostrazione del suo valore azzeccando in avvio di ripresa il cambio che si è rivelato decisivo per l'economia del gioco: dentro Custodio, fuori Amoura, in un momento in cui gli zurighesi sembravano aver preso in mano la partita. A quel punto le coordinate sono cambiate e grazie agli inserimenti del centrocampista vodese e all'innalzamento del baricentro, il Lugano ha messo in ambasce gli avversari, che non sono più riusciti a ritrovare il bandolo della matassa (il sicuro Saipi è stato impegnato soltanto una volta nelle battute finali). 


Per i bianconeri questo è il quarto successo consecutivo dopo quelli ottenuti contro Servette, Losanna e Lucerna; una serie frutto del duro lavoro svolto dallo staff e della squadra, di un ambiente sano all' nterno dello spogliatoio e, come detto, della competenza
di un allenatore che ha saputo trasmettere passione e irriverenza alla squadra. Avanti così.


La partita, lo si poteva prevedere non è stata semplice. Anzi: nel primo tempo le cavallette, molto ben organizzate tatticamente, hanno fatto qualcosa di più, creandosi due occasioni importanti per passare. Una, dopo sei minuti, ha permesso a Saipi di illustrarsi con un intervento rocambolesco quanto coraggioso. Al 40' poi i padroni di casa hanno colpito il palo con Sène. Ma, come detto in apertura di commento, nella ripresa la partita ha mutato volto ed i bianconeri sono saliti in cattedra grazie a Custodio, che verso il 60' ha colpito la traversa, facendo venire i brividi ai pochi spettatori presenti (appena 3 mila!).


È stato ancora il centrocampista a mettersi in luce al 79' quando, sul filo del fuorigioco, ha insaccato un pallone che era appena stato respinto dal palo dopo un tentativo di Lavanchy. È stato l'episodio che ha deciso la partita e regalato al Lugano il secondo posto in classifica. In attesa del Basilea, che oggi affronta in trasferta il fanalino di coda Lucerna.


TIM CARLETTI

Guarda anche 

Il Lugano si inchina: ora servirebbe l’impresa

LUGANO - 20 anni di attesa per 90’ senza vere occasioni da rete (e 2 gol subiti). Potremmo sintetizzare così quanto visto ieri sera a Cornaredo dove il Lugan...
05.08.2022
Sport

I premi per il Mondiale? Tutti in beneficenza

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Il Canada, per la prima volta da Messico ’86, si è qualificato per il Mondiale di calcio che si terrà da novembre...
05.08.2022
Sport

Lo sport ticinese fa gli auguri alla Svizzera

LUGANO – Un’immagine di Mattia Croci-Torti durante i festeggiamenti per la vittoria della Coppa Svizzera con tanto di bandiera elvetica in mano, un’altr...
01.08.2022
Sport

Bottani illumina, il Lugano non brilla ma rialza la testa

WINTERTHUR – Per il calcio spettacolo, prego ripassare (non che l’anno scorso il Lugano fosse spumeggiante, in effetti), ma viste le prime due sconfitte in ca...
01.08.2022
Sport