Svizzera, 07 novembre 2021

Si faceva pagare 5'000 franchi per ogni azienda che faceva fallire

Si faceva pagare 5'000 franchi per ogni azienda che faceva fallire. È un tipo di frode apparentemente inedita quella per cui un cittadino svizzero di origine kosovara si trova sotto processo al tribunale cantonale di Lucerna.

Già condannato in prima istanza, questo contabile diplomato era stato condannato a 26 mesi di prigione, di cui 10 da scontare. Il tribunale lo aveva dichiarato colpevole di bancarotta fraudolenta, mancata tenuta della contabilità, falsificazione di documenti, cattiva gestione, assunzione e reclutamento di stranieri senza autorizzazione, tentato furto e rifiuto di prestare servizio civile.

Un elemento importante nell'elenco dei reati commessi dal contabile è la sua attività di "becchino aziendale": tra il 2014 e il 2019, ha portato al fallimento 14 aziende in modo controllato e deliberato, principalmente aziende del settore delle costruzioni. Riceveva una media di 5000 franchi per ogni azienda che portava al fallimento.

Dopo il processo, ha spiegato al Blick come funzionava la frode: "Si trattava di aziende in difficoltà, che dovevano allo Stato i contributi previdenziali dei loro dipendenti. Ho rilevato le aziende e le ho lasciate andare in bancarotta. Gli ex proprietari hanno semplicemente creato una nuova società in parallelo e ne sono usciti".

Per giustificare la sua attività fraudolenta, l'uomo sostiene che era dipendente dal gioco d'azzardo e la montagna di debiti che doveva pagare. Ora spera di evitare il carcere per poter continuare con la sua attività imprenditoriale "che sta andando bene".

Il pubblico ministero, d'altra parte, chiede una pena più severa. Chiede 40 mesi di prigione:
"L'imputato ha già nuove condanne. Ha già scontato una pena di cinque mesi e mezzo, che non lo ha dissuaso dal commettere altri reati. Solo una pena detentiva senza sospensione può aiutare" ha affermato il procuratore.

Guarda anche 

Vittima di abusi sessuali da piccolo, finisce a sua volta a processo per stupro

Vittima di abusi sessuali sin da piccolo, finisce a sua volta a processo per stupro. Un 19enne residente nel canton Vaud comparirà il 7 dicembre davanti al Tribuna...
03.12.2021
Svizzera

Autore di una violenta aggressione sessuale rischia carcere e espulsione, "troverà lavoro ma fuori dalla Svizzera"

Un cittadino portoghese residente nel canton Friburgo rischia 42 mesi di carcere e l'espulsione dalla Svizzera per un violento stupro avvenuto nel 2020. Al Tribunale ...
02.12.2021
Svizzera

Finisce a processo perchè mette in vendita una vecchia bicicletta trovata

Non pensava probabilmente di finire in tribunale un informatico italiano di 35 anni che qualche anno ha cominciato l'hobby di comprare, riparare e rivendere biciclett...
01.12.2021
Svizzera

"Massacrato sotto gli occhi dei clienti", al via il processo contro l'autore di un brutale omicidio

Si è aperto lunedì il processo contro un uomo, oggi 42enne, che nel 2016 aveva ucciso un conoscente sotto gli occhi inorriditi della clientela di una sala d...
01.12.2021
Svizzera