Svizzera, 19 ottobre 2021

Non vuole portare la mascherina in tribunale allora l'udienza si tiene all'aperto

Come rispettare il diritto di essere ascoltato di un uomo che non vuole indossare la mascherina in nessuna circostanza? Questa è la questione che ha dovuto affrontare il tribunale del canton Glarona la settimana scorsa. L'imputato era stato multato per 250 franchi dal pubblico ministero per non aver indossato una mascherina durante una manifestazione politica. Dato che non voleva pagare, è stato convocato in tribunale.

Questo convinto coronascettico ha partecipato in passato all'organizzazione di manifestazioni contro le misure sanitarie. Il tribunale non si è quindi sorpreso che si sia rifiutato di indossare una mascherina in aula, che è una misura obbligatoria. Non poteva indossarne uno per "vari motivi", si è difeso secondo quanto riferisce il "Glarner Nachrichten", ripreso dal Blick.

La corte ha reagito spostando l'udienza all'aperto. "Il processo inizierà fuori perché avete problemi con il requisito della mascherina", ha spiegato il presidente del tribunale.

L'accusato non ha problemi solo con l'indossare la mascherina: ha problemi con l'insieme delle misure, poiché dubita dell'esistenza stessa del virus. Ha usato l'udienza all'aperto per difendere il suo scetticismo. Per esempio, ha chiesto alla corte di provare l'esistenza del coronavirus. Secondo lui, diversi studi erano giunti alla conclusione
che l'agente patogeno non esisteva. Le misure non hanno quindi senso, ha arringato al giudice.

Ha usato questo argomento per spiegare il suo rifiuto di indossare la mascherina: niente pandemia, niente mascherina. "Anche se la Corte non accettasse questo argomento, la mascherina sarebbe comunque inutile", ha continuato. Al contrario, sarebbe addirittura dannosa per coloro che sono costretti a indossarlo. Come tale, non solo ha chiesto una sospensione della procedura ma pure un risarcimento di 500 franchi, più "spese di lavoro" di 1760 franchi. Il verdetto non è ancora stato emesso.

Ma perchè il tribunale ha accettato la richiesta del coronascettico spostando l'udienza all'aperto? "Il tribunale cantonale non ha approvato il suo rifiuto, anche se può sembrare così", ha detto al Blick il presidente del tribunale Daniel Anrig. Si trattava solo di concedere all'accusato il diritto di essere ascoltato.

Anche se le udienze si tengono in linea di principio nel palazzo di giustizia, questa non è la prima udienza che si tiene all'aria aperta, ha ricordato. Se ci sono ragioni di fatto per farlo, l'udienza si svolge altrove, per esempio durante la rievocazione di una scena del crimine. Questa è tuttavia la prima volta che è stato spostato per una persona che si rifiuta di indossare una mascherina, fa notare il giudice. 

Guarda anche 

Una ricchissima famiglia indiana pesantemente condannata dalla giustizia ginevrina

Il Tribunale penale di Ginevra ha condannato venerdì a 4 anni e mezzo e 4 anni di reclusione i membri della ricca famiglia indiana degli Hinduja per usura professi...
22.06.2024
Svizzera

Un pallone da calcio finito in un giardino finisce in tribunale

Un tribunale turgoviese si è dovuto chinare su una vicenda iniziata con... una palla caduta in un giardino. Lo scorso settembre, un bambino di 7 anni stava giocand...
21.06.2024
Svizzera

L'accoltellamento di un automobilista gli costa 9 anni di carcere e l'espulsione

Il 28 marzo 2023 un cittadino turco allora 34enne guidava la sua Mercedes in compagnia della moglie nel centro di Zurigo. All'improvviso c'è stato uno scon...
19.06.2024
Svizzera

Un predicatore islamico condannato per frode e razzismo non dovrà lasciare la Svizzera

Il predicatore islamico Abu Ramadan non dovrà lasciare la Svizzera, nonostante una condanna di espulsione in primo grado. Lo ha deciso venerdì l'Alta Co...
15.06.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto