Svizzera, 08 ottobre 2021

Medico deve risarcire 50'000 franchi per un'operazione andata male

Nel febbraio 2017, una donna si era presentata all'ospedale di Linth (ZH) con forti dolori alla pancia. Le fu diagnosticata una cistifellea infiammata. Poco dopo, è stata portata in sala operatoria. Ma durante la notte, la paziente 39enne morì per una grave emorragia interna. Sotto accusa, il chirurgo e un medico che si sono occupati della donna sono stati processati al tribunale distrettuale di See-Gaster, nel canton San Gallo (vedi articoli correlati).

Come riferisce la "Zurichsee Zeitung" gli esperti hanno messo in discussione i legami che avrebbero dovuto chiudere l'arteria recisa nella cistifellea. L'autopsia ha rivelato che dopo l'operazione la ferita non era stata chiusa bene e che i ferretti che dovevano tenere l'arteria recisa non erano posizionati correttamente. "È chiaro che il chirurgo accusato non ha certamente controllato visivamente la posizione corretta di questi ferretti. Altrimenti, avrebbe visto che non erano chiusi e quindi non aveva bloccato l'arteria", si legge nella sentenza.

L'avvocato aveva chiesto l'assoluzione del suo cliente, indicando un difetto nelle clip di metallo. Per i giudici, un difetto avrebbe potuto essere rilevato con un esame visivo. Il chirurgo è stato quindi condannato al pagamento sospeso di 80 aliquote giornaliere a 400 franchi. Dovrà inoltre risarcire 35'000 franchi al marito e 15'000 franchi alla madre della paziente deceduta. Il medico che ha seguito il paziente dopo l'operazione è invece stato assolto. La sentenza non è ancora definitiva e le parti possono ancora presentare ricorso.

Guarda anche 

Aveva chiesto soldi per interrompere una gravidanza che non c'era, condannata e espulsa

La donna camerunense di 40 anni, amante di un dirigente di un'azienda, che si era fatta versare quasi 235'000 franchi per porre fine a una sua presunta gravidanza...
21.10.2021
Svizzera

Poliziotta si dava malata per fare l'assicuratrice, dovrà pagare 50'000 franchi

L'ex agente della polizia cantonale di Basilea Città che si dava malata per fare l'assicuratrice (vedi articoli correlati) è stata condannata a paga...
21.10.2021
Svizzera

Rimane paralizzato dopo aver cercato di rubare i fili dell'alta tensione

Un cittadino svizzero e un cittadino bulgaro si trovano sotto processo per aver tentato, nella notte tra il 20 e il 21 giugno 2020, di rubare 960 chili di rame dalle line...
20.10.2021
Svizzera

Non vuole portare la mascherina in tribunale allora l'udienza si tiene all'aperto

Come rispettare il diritto di essere ascoltato di un uomo che non vuole indossare la mascherina in nessuna circostanza? Questa è la questione che ha dovuto affront...
19.10.2021
Svizzera