Mondo, 10 settembre 2021

Macedonia del Nord, incendio in ospedale causa 14 morti

Almeno 14 persone sono morte mercoledì sera dopo che un violento incendio è scoppiato in un ospedale della Macedonia del Nord.

"Un'enorme tragedia è avvenuta nel centro Covid-19 di Tetovo", ha detto il primo ministro Zoran Zaev, che ha immediatamente visitato la piccola città nord-occidentale.

"Un'esplosione ha causato un incendio. L'incendio è stato spento, ma molte vite sono state perse", ha aggiunto il capo del governo su Facebook. "Per ora, 14 persone sono confermate morte, ma questo numero potrebbe aumentare", ha commentato il ministro della sanità Venko Filipce su Twitter.

L'incendio è avvenuto nell'ala riservata ai pazienti Covid-19 dell'ospedale di Tetovo mentre il piccolo paese balcanico stava celebrando il 30° anniversario della sua indipendenza. Poco prima dell'incendio, a Skopje si stavano svolgendo dei festeggiamenti, tra cui una sfilata dell'esercito e delle forze di polizia e un concerto dell'orchestra filarmonica nazionale.

Le fiamme hanno distrutto parte delle strutture modulari recentemente costruite davanti all'ospedale per ospitare i pazienti colpiti dal coronavirus. Diverse ore dopo il disastro, la gente camminava con sguardi preoccupati davanti ai container bruciati, mentre i barellieri andavano e venivano accanto ai veicoli di emergenza, ha riferito un giornalista dell'agenzia stampa AFP presente sul posto.

I vigili del fuoco, che sono stati allertati intorno alle 19:00 ora svizzera, hanno detto di aver spento l'incendio in 45 minuti ma di non essere riusciti a evitare che ci fossero vittime.

"Il fuoco è stato enorme perché, essendo l'ospedale modulare, c'era molta plastica", ha detto alla televisione locale il vice comandante dei pompieri di Tetovo, Saso Trajcevski. "Stavamo portando fuori le vittime mentre spegnevamo le fiamme.

I lavori di costruzione di questa ala riservata ai pazienti Covid sono iniziati a dicembre scorso nell'ospedale di Tetovo, cittadina di circa 52'000 abitanti.

Guarda anche 

Dieci anni di carcere ai migranti che incendiarono il campo profughi di Moria

Il tribunale greco di Chios ha condannato oggi i quattro giovani afgani che nel settembre 2020 incendiarono e devastarono il campo profughi di Moria, sull’isola di ...
13.06.2021
Mondo

Fiamme in un centro asilanti, danni per decine di migliaia di franchi, arrestato un iracheno

Un incendio è divampato mercoledì mattina attorno alle 3 nel centro di accoglienza per richiedenti l’asilo di Winterthur (ZH). I pompieri, prontame...
26.05.2021
Svizzera

Condannato il richiedente l'asilo che diede fuoco al centro asilanti

È stato condannato a cinque anni e mezzo di detenzione, il 38enne di nazionalità turca che nell’aprile 2019 diede fuoco al centro per richiedenti l&rs...
24.02.2021
Svizzera

Migrante a processo per aver incendiato un centro asilanti in Argovia

Un 38enne curdo di nazionalità turca compare oggi a processo nel canton Argovia con l’accusa di aver dato fuoco al centro per richiedenti l’asilo respi...
18.02.2021
Svizzera