Svizzera, 03 giugno 2021

Sposa una svizzera ma intanto fa figli con una connazionale: revocato il passaporto

È stata una segnalazione anonima a far naufragare il matrimonio tra una cittadina svizzera e il suo marito ivoriano, di 25 anni più giovane di lei. “Guarda come se la sta spassando tuo marito – le ha scritto qualcuno – mentre tu sei qui a invecchiare da sola. Guarda le foto pubblicate da *** su Facebook”.

La cittadina svizzera è andata sul profilo Facebook. E ha così scoperto che suo marito, quell’infedele, era sposato in patria anche con una sua connazionale, molto più giovane di lei, con la quale aveva avuto due figli. Il 54enne ivoriano conduceva una doppia vita, da una parte con la sua 79enne moglie svizzera, dall’altra con la sua 37enne moglie ivoriana. I due figli erano stati concepiti durante quelli che l’uomo aveva presentato alla moglie svizzera come dei “viaggi d’affari”.

A questo punto la donna non ci ha più visto e ha chiesto il divorzio. Non solo. Ha pure denunciato il marito ivoriano alla Segreteria di Stato della migrazione (SEM), accusandolo di averla sposata solo per diventare
svizzero.

Sì, perché grazie al matrimonio con la cittadina elvetica – celebrato quando lei aveva 64 anni e lui 39 – l’ivoriano era riuscito a ottenere il passaporto rossocrociato. Aveva quindi trasmesso la nazionalità elvetica anche ai due figli concepiti con la moglie ivoriana, senza che la moglie elvetica si fosse accorta di nulla.

Ma la verità è venuta a galla nel 2018, grazie alla già citata segnalazione anonima. La SEM ha così annullato la naturalizzazione dell’uomo, ritenendo fosse stata ottenuta in modo fraudolento.
Lui si è opposto, ma con sentenza pubblicata ieri i giudici del Tribunale amministrativo federale (TAF) hanno respinto il ricorso presentato dall’avvocato Gazmend Elmazi.

La storia si sarebbe conclusa qui se non fosse che l’ivoriano e il suo avvocato hanno ora deciso di appellarsi anche al Tribunale federale di Losanna. Affinché la revoca della cittadinanza elvetica sia definitiva, occorre dunque attendere che anche questo ricorso venga evaso.

Guarda anche 

"Rapito e poi picchiato con una pistola puntata alla tempia", prima condanna in una vicenda di droga sfuggita di mano

Assomiglia alla trama di un film la vicenda descritta in una sentenza del tribunale distrettuale di Winterthur (ZH). Come riportato venerdì dal "Tages-Anzeige...
05.06.2021
Svizzera

Spacciava cocaina a Lugano, processo rinviato per “pena troppo mite”

Non si è tenuto il processo che avrebbe dovuto tenersi ieri a Lugano nei confronti di un 35enne dominicano residente in Italia che aveva ammesso di aver spacciato ...
26.05.2021
Svizzera

Aveva congelato e muratoil corpo della moglie per incassare la sua pensione, se la cava con una condanna sospesa

Aveva dapprima congelato e poi murato il corpo della moglie, ma non andrà in carcere in quanto non è stato possibile accertare le cause della morteé ...
26.05.2021
Svizzera

Migrante può restare in Svizzera perché è schizofrenico

In caso di rinvio in Nigeria molto difficilmente riuscirebbe a finanziarsi i costosi trattamenti farmacologici intrapresi in Svizzera per curare la sua schizofrenia paran...
23.05.2021
Svizzera