Svizzera, 26 maggio 2021

Spacciava cocaina a Lugano, processo rinviato per “pena troppo mite”

Non si è tenuto il processo che avrebbe dovuto tenersi ieri a Lugano nei confronti di un 35enne dominicano residente in Italia che aveva ammesso di aver spacciato un chilogrammo di cocaina a Lugano.

La Corte presieduta dal giudice Amos Pagnamenta – come riferisce La Regione – ha infatti deciso di rinviare l’incarto alla procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis.
La sua proposta di pena è infatti stata ritenuta “inadeguata” dal giudice, poiché “troppo mite”.

Il giudice - si legge ancora su
La Regione - ha spiegato che per un reato del genere la giurisprudenza prevede pene tra 3 e 3 anni e mezzo da espiare. La procuratrice pubblica aveva invece chiesto 3 anni, di cui solo 6 mesi da espiare.

Inoltre nell’atto d’accusa non era contemplato il reato di riciclaggio di denaro, nonostante l’imputato stesso avesse ammesso di aver spedito parte dei guadagni.

Il processo è quindi stato rinviato a nuova data, dopo che la procuratrice pubblica avrà stilato un atto d’accusa più adeguato di quello presentato ieri.

Guarda anche 

Il Lugano si inchina: ora servirebbe l’impresa

LUGANO - 20 anni di attesa per 90’ senza vere occasioni da rete (e 2 gol subiti). Potremmo sintetizzare così quanto visto ieri sera a Cornaredo dove il Lugan...
05.08.2022
Sport

Lo sport ticinese fa gli auguri alla Svizzera

LUGANO – Un’immagine di Mattia Croci-Torti durante i festeggiamenti per la vittoria della Coppa Svizzera con tanto di bandiera elvetica in mano, un’altr...
01.08.2022
Sport

Bottani illumina, il Lugano non brilla ma rialza la testa

WINTERTHUR – Per il calcio spettacolo, prego ripassare (non che l’anno scorso il Lugano fosse spumeggiante, in effetti), ma viste le prime due sconfitte in ca...
01.08.2022
Sport

C’è il marchio finlandese sulla storia del Lugano

LUGANO - Con l’arrivo di Mikko Koskinen, Oliwer Kaski e Markus Granlund si allunga la lista di giocatori finlandesi ingaggiati dal Lugano. ...
26.07.2022
Sport