Svizzera, 15 maggio 2021

Ha il Covid ma prende i trasporti pubblici e va al lavoro: 1'600 franchi di multa

Sono 77 i decreti d’accusa finora emessi nel canton Argovia per violazione delle norme anti-Covid. Tra di essi, come riporta oggi la Aargauer Zeitung, ce ne sono alcuni piuttosto curiosi.

Ad esempio una donna è stata sanzionata per essere tornata al lavoro tre giorni dopo aver scoperto di avere il Covid-19 e per aver utilizzato i trasporti pubblici, nonostante il servizio di Contact Tracing le avesse imposto una quarantena di dieci giorni a casa. La donna ha dovuto pagare 1'600 franchi.

Esattamente la stessa cifra che ha dovuto versare un’altra donna, una lavoratrice del sesso che ha pubblicizzato
i propri servizi su un sito di escort e ha ricevuto diversi clienti nel periodo in cui la prostituzione era vietata.

Altre due prostitute sono state multate (1'500 franchi l’una) per essersi messe subito al lavoro una volta arrivate in Svizzera rispettivamente dall’Ungheria e dalla Cechia. Prima di iniziare a esercitare, avrebbero dovuto annunciarsi al medico cantonale ed effettuare una quarantena di dieci giorni.

L’infrazione piu frequente riguarda il mancato utilizzo della mascherina sui trasporti pubblici. I trasgressori hanno dovuto pagare 600 franchi a testa.

Guarda anche 

Leader dei no-vax: muore a 57 anni!

HOLON (Israele) – “Non arrendetevi, lo Stato usa metodi coercitivi criminali con noi. Vogliono spazzarmi via”. Sono state praticamente le ultime parole ...
16.09.2021
Magazine

Donna accoltellata dal figlio durante una lite nel canton Argovia

Venerdì 10 settembre, verso 7.45 del mattino, la polizia argoviese e i servizi di soccorsi sono stati chiamati a intervenire in una casa a Erlinsbach, nel canton A...
10.09.2021
Svizzera

Svizzera, ci mancava anche Xhaka…

BASILEA – Dici Svizzera-Italia e ripensi alle sfide del passato, alla rete di Hottiger, a quelle di Ohrel e di Chapuisat, alla sfida dei recenti Europei (deludentis...
02.09.2021
Sport

Era il leader dei “no mask”: morto in Texas

È morto per covid, Caleb Wallace, il leader “no mask” texan diventato famoso per aver organizzato un “Rally della libertà”, invitand...
30.08.2021
Magazine