Svizzera, 29 aprile 2021

Il Partito socialista chiede di cedere sulla cittadinanza europea per salvare l'accordo quadro con l'UE

Mostrare fermezza sulle misure di accompagnamento ma cedere alla cittadinanza europea: è quanto propone il PS per sbloccare la situazione intorno all'accordo quadro con l'Unione europea.

"Se vogliamo salvare l'accordo, la ricetta è semplice. Dobbiamo lasciare andare la direttiva sulla cittadinanza europea", sostiene il co-presidente del PS Cédric Wermuth (nella foto) in un'intervista pubblicata mercoledì sui giornali in lingua francese di Tamedia.

Ha aggiunto che, naturalmente, questo "ci costerà qualcosa" ma che "in sostanza, questa richiesta di Bruxelles è legittima" perché una persona che lavora in Svizzera deve essere trattata in modo equo, il che include l'assistenza sociale o la protezione sociale. Oltre ad avere un accesso alle prestazioni sociali uguale agli svizzeri, la "cittadinanza europea" impedirebbe inoltre alla Svizzera di espellere cittadini UE dal proprio territorio
se questi commettessero reati (o per qualsiasi altro motivo).

Per quanto riguarda la protezione dei salari, Wermuth ha ribadito la posizione del suo partito, che "non si è mossa di un millimetro": le misure di accompagnamento sono il fondamento della protezione dei salari e della libera circolazione e non si possono indebolire. Wermuth ha detto che il PS sostiene ancora l'accordo e si batterà per assicurare che sia "equo e non avvantaggi solo l'economia".

Interrogato sulla sfiducia del PS verso l'UE, partito solitamente eurofilo, il consigliere nazionale ha sottolineato che "ciò che stiamo combattendo qui è l'alleanza tra i neoliberali di Berna e Bruxelles". Ha aggiunto che il PS continuerà a "lottare per un'integrazione europea che vada oltre le questioni di mercato". Ha aggiunto che per il partito, "nessuna opzione è tabù, compresa l'adesione".

Guarda anche 

"FFS escluse dal programma UE, quali provvedimenti intende prendere il Consiglio federale?"

È notizia di oggi che l’Ue ha sospeso la partecipazione della Svizzera al programma di ricerca “Partenariato europeo per la trasformazione del sistema ...
04.05.2021
Svizzera

Il PS si indigna con le guardie di confine: "Chiedere i documenti ai clandestini è repressione"

Il PS si indigna perché le guardie di confine fanno le guardie di confine. In un’interpellanza al Consiglio federale, il Consigliere nazionale ginevrino Chri...
02.05.2021
Svizzera

La SUPSI nomina dei nuovi professori: 4 su 5 sono italiani

Altro che respiro internazionale. La SUPSI assume sempre più un respiro esclusivamente italiano. L’ennesima dimostrazione giunge con l’annuncio da p...
30.04.2021
Ticino

"Per l'UE libera circolazione significa che tutti possono venire in Svizzera"

Il principale ostacolo alla conclusione di un accordo tra l'Unione europea e la Svizzera è l'interpretazione divergente della libera circolazione delle per...
28.04.2021
Svizzera