Opinioni, 24 marzo 2021

Per il territorio con amore

Il mio nome è Jasmine, nome francese del profumato fiore bianco di Gelsomino, e sono una giovane architetta ticinese con molta esperienza internazionale.
Ho conseguito il Master presso l’USI Accademia di Architettura di Mendrisio, al culmine di una carriera formativa variegata e particolare, iniziata con un apprendistato e proseguita con una serie di eventi che mi hanno portato a viaggiare, lavorare e vivere in quattro continenti; ma casa mia è sempre stata ed è il Ticino. 

 

Mi sento grata e fortunata di avere una qualità di vita targata swiss-made e viaggiando per il mondo ho tanto pubblicizzato la grandezza della mia madrepatria e della sua democrazia. Il potere che ha il popolo di decidere per se stesso in maniera così diretta e spontanea, nel vero interesse della cittadinanza. Parliamo di preziosi valori e libertà che non vanno assolutamente dati per scontati. 

 

La campagna elettorale, com’è giusto che sia, è il momento in cui i politici si fanno conoscere presentando le proprie idee e i propri progetti e chiedendo al popolo il loro voto. È altrettanto giusto e doveroso però che anche i cittadini, a loro volta, si espongano dichiarando quello che desiderano cambiare e quello che ritengono sia necessario acquisire,

font-family: calibri, sans-serif, serif, EmojiFont; background-color: rgba(0, 0, 0, 0);"> secondo la loro esperienza o il loro pensiero. Criticare e basta non è costruttivo; bisogna partecipare!  

 

Mi rattrista molto sentire persone dire “io non voto”. Votate per la mia lista, votate per me, votate per chi vi parla male di me, votate per chi più vi stà simpatico, votate per l’amico, il cugino o il vicino di casa, o piantate sulla scheda delle crocette a caso secondo i numeri della vostra data di nascita; ma votate! Votate perché votare significa far parte della vita e della storia del proprio Paese esprimendo la propria volontà; votate perché le persone che state votando sono cittadini che lavorano affinché le vostre scelte si possano realizzare, che mettono tempo ed impegno a disposizione di tutti noi e non devono essere pregiudicati dalla sfiducia che ha creato lo stereotipo del politico scorretto.  

 
Sono sicuramente innumerevoli le tematiche e le peculiarità che ci sono da affrontare per una buona riuscita nella gestione di tutto il macchinario che è una città come Bellinzona, ma non è sicuramente “non andando a votare” che si risolvono le cose, anzi, solo votando si possono cambiare le cose che non funzionano e che vanno risolte. Pianificazione urbana e investimenti strategici sostenibili, per un futuro che ci porti a diventare ancora più uniti e smart: questa è per me la base per creare una solida armonia nella città e nei i suoi paesi (quartieri). 

 

Jasmine Ben Ali 

Candidata al Municipio e al Consiglio comunale di Bellinzona per la Lega dei Ticinesi 

Guarda anche 

L’islamizzazione avanza grazie agli “utili idioti” e ai “collaborazionisti”

La votazione del 7 marzo sull’iniziativa antiburqa ha messo in luce un fatto preoccupante in ottica futura. Quasi la metà dei cittadini ha votato contro l&rs...
14.07.2021
Opinioni

Adesso ripartiamo con forza!

Cari Amiche e Amici leghisti Dallo scorso settembre ho assunto con molto piacere il compito di Segretario operativo del nostro Movimento con l’obiettivo priorita...
14.07.2021
Opinioni

Torna la Movida, Lugano c’è!

Dopo le misure annunciate dal Consiglio federale gli eventi possono finalmente ripartire. Una bella boccata d’ossigeno per tutti gli operatori del settore e per i n...
30.06.2021
Opinioni

Petkovic e gli undici nani svizzeri vanno ai quarti

Olanda, l’arancia che di meccanica non aveva niente è andata a casa. Poi, un vecchio proverbio dice che, chi beve tanta acqua, gioca nell’acqua. Alla f...
29.06.2021
Opinioni