Svizzera, 06 marzo 2021

“Lui dava di matto ogni giorno, per piccolezze”

I conoscenti lo descrivono come una persona nervosa. Aggressiva. Pronta ad alzare le mani. Il 24enne somalo fortemente sospettato di aver ucciso una 22enne svizzera, sua fidanzata, lo scorso 23 febbraio a Buchs (SG), non ha lasciato un bel ricordo tra i suoi colleghi di lavoro.

Il 24enne somalo era il gerente di una pizzeria da asporto situata proprio sotto l’appartamento di Buchs in cui si è consumato il dramma. Secondo le testimonianze raccolte dal Blick, egli dava di matto ogni volta che qualcosa non funzionava secondo il suo volere.

“Ha fatto piangere i miei colleghi – racconta un ex dipendente al Blick -, urlava e li insultava. Praticamente ogni giorno si infuriava a causa di piccolezze”.

Una volta, spiega l’ex dipendente al Blick, il 24enne somalo aveva
fatto a botte con un collega che chiedeva semplicemente il suo salario. Lui non voleva versarglielo, poiché sosteneva che aveva lavorato male. I due avevano così cominciato a darsele di santa ragione, proprio davanti alla pizzeria.

Anche nei confronti della sua fidanzata, con la quale ha avuto una figlia, si mostrava molto aggressivo. “Stai zitta!” oppure “Torna in casa!” le urlava ogni volta che lei osava comparire in pizzeria.

Non è ancora chiaro perché la sera del 23 febbraio il suo nervosismo sia sfociato in un omicidio. La polizia cantonale di San Gallo, interpellata dal Blick, si limita a confermare che la giovane donna è morta a seguito delle violenze subite. E che il 24enne somalo, principale sospettato, resta in carcere preventivo.

Guarda anche 

Condannata per tentato omicidio contro la figlia, non verrà espulsa perché "bene integrata"

Una cittadina camerunense, in Svizzera dal 2007, è stata condannata 30 mesi di carcere, di cui 260 giorni da scontare, per aver quasi ucciso a coltellate la fig...
04.11.2022
Svizzera

Zurigo: migrante tenta di uccidere il coinquilino mentre dorme

Un 21enne afgano è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio, secondo quanto comunica la polizia cantonale di Zurigo.   L'uomo avrebbe t...
04.09.2022
Svizzera

Quattro anni di carcere e espulsione per aver tentato di uccidere una donna conosciuta su Internet

Il Tribunale distrettuale dell'Alto Vallese ha condannato un medico tedesco per avere quasi ucciso una donna conosciuta tramite la popolare app di incontri Tinder....
12.07.2022
Svizzera

Condannato per tentato omicidio e altri reati, non verrà espulso

Tentato omicidio, ingiuria, minacce qualificate, tentato omicidio, violenza e minaccia contro le autorità e i funzionari e altri reati minori. Una lista impress...
04.02.2022
Svizzera