Ticino, 23 febbraio 2021

Dieci anni senza aiuti sociali, se no niente passaporto

Il Gran Consiglio ha approvato lunedì pomeriggio la modifica della Legge sulla cittadinanza ticinese che inserisce una nuova condizione per richiedere il passaporto svizzero: essere stati indipendenti dagli aiuti sociali negli ultimi dieci anni o, in alternativa, aver restituito interamente l’importo ricevuto.

Con 49 favorevoli e 28 contrari, il parlamento ha quindi accolto il rapporto del liberale radicale Giorgio Galusero e quindi al messaggio con
cui il Consiglio di Stato ha dato seguito all’iniziativa parlamentare presentata dalla Lega (presentata prima da Nicolas Marioli, poi ripresa da Omar Balli e Sem Genini) e che era stata approvata nel febbraio dello scorso anno dal Gran Consiglio. Viene così data base legale all’estensione da tre a dieci anni il periodo in cui lo straniero che chiede il passaporto rossocrociato non deve aver beneficiato di aiuti sociali, a meno che non li abbia rimborsati.

Guarda anche 

Il Liechtenstein dice no al doppio passaporto

I cittadini del principato del Liechtenstein hanno respinto domenica l'introduzione del doppio passaporto. Come altri due articoli presentati domenica agli elettori d...
31.08.2020
Svizzera

Il Consiglio federale vuole limitare gli aiuti sociali agli stranieri extra-UE

Il Consiglio federale vuole limitare gli aiuti sociali percepiti da cittadini provenienti da paesi extra-UE. Ha mantenuto nove misure proposte dal Dipartimento federale d...
16.01.2020
Svizzera

"Basta aiuti sociali ai jihadisti"

In una mozione presentata oggi al Consiglio federale il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri chiede che la legge sia modificata per fare in modo che l'accesso dei mig...
13.06.2019
Svizzera

La prima volta di Censi e Tonini: "Giorno emozionante. Lavoreremo per i ticinesi"

La prima volta non si scorda mai, si dice. Ed è davvero così per Stefano Tonini e Andrea Censi, i deputati leghisti che, dopo la votazione del 7 aprile scor...
02.05.2019
Ticino