Mondo, 22 febbraio 2021

Barcellona, continuano scontri e manifestazioni per l'arresto di un rapper

Sono proseguiti durante il finesettimana gli scontri a Barcelona per l'arresto di un rapper che aveva insultato il re spagnolo. "Atti multipli di saccheggio di negozi hanno avuto luogo sabato notte durante le manifestazioni violente in favore del rapper Pablo Hasél, che hanno causato danni a edifici emblematici a Barcellona", ha annunciato la polizia della seconda città della Spagna.

Nell'ennesima notte di manifestazioni e violenze in Catalogna, la quinta di fila dall'incarcerazione del rapper martedì, "si sono verificati gravi incidenti, tra cui il lancio di pietre e oggetti contundenti contro le forze dell'ordine", ha detto un comunicato dei Mossos d'Esquadra, la polizia regionale, che ha dichiarato di aver finora effettuato 38 arresti.

I manifestanti hanno eretto barricate con bidoni dell'immondizia in fiamme e hanno danneggiato la facciata della sede della Borsa di Barcellona e il Palazzo della Musica, un edificio modernista dell'inizio del XX secolo inserito nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Pablo Hasél, rapper 32enne, è stato condannato a nove mesi di prigione per apologia del terrorismo, per aver definito in un tweet il re Juan Carlos I un "mafioso", per aver lodato persone coinvolte in attentati e accusando la polizia di aver ucciso e torturato migranti e manifestanti.

Il suo arresto ha riaperto il dibattito sulla libertà di espressione in Spagna e rafforzato le differenze all'interno della coalizione di governo tra i socialisti del presidente Pedro Sanchez e il partito di sinistra radicale Podemos, che sostiene le proteste.

Guarda anche 

Scontri e disordini in Sudafrica, almeno 45 i morti

In Sudafrica scontri e disordini avvenuti negli scorsi giorni hanno causato almeno 45 morti, secondo quanto riportato dai media locali. Inizialmente innescati dall'in...
13.07.2021
Mondo

Proteste e scontri in tutta la Francia per una nuova legge controversa sulla polizia

Erano più di centomila, 130'000 secondo il Ministero dell'Interno e 500'000 secondo gli organizzatori, a manifestare sabato in un centinaio di citt&agr...
29.11.2020
Mondo

Armenia e Azerbaigian sull'orlo della guerra, decine di morti e centinaia di morti in scontri avvenuti domenica

L'Armenia e l'Azerbaigian erano sull'orlo della guerra domenica, dopo la ripresa dei combattimenti tra le forze azere e la regione separatista del Nagorny Kar...
28.09.2020
Mondo

Nuovi scontri e disordini negli USA dopo un altro intervento di polizia finito male

Un nuovo controverso intervento di polizia negli Stati uniti, terminato con il ferimento grave di un giovane afroamericano, ha provocato una recrudescenza degli scontri e...
26.08.2020
Mondo