Svizzera, 20 febbraio 2021

Lavoratore in nero arrestato ed espulso

Un lavoratore in nero è stato scoperto e arrestato lo scorso 10 febbraio in un esercizio pubblico di Baar, comunica ora la polizia cantonale di Zugo.

L’uomo, un 35enne bosniaco, è stato sorpreso mentre stava svolgendo dei lavori edili senza alcun tipo di autorizzazione. Era entrato illegalmente in Svizzera a metà dicembre 2020 e da allora era stato impiegato nella ristrutturazione dell’esercizio pubblico, senza permesso né
contratto di lavoro.

Il 35enne è già stato espulso dalla Svizzera, dopo essere stato condannato a una pena pecuniaria sospesa con la condizionale. Nei suoi confronti è stato emesso un divieto di ingresso in Svizzera della durata di 2 anni.

Il gerente dell’esercizio pubblico, un 31enne di nazionalità svizzera, deve invece ancora rispondere di diverse infrazioni alle legge federale sugli stranieri.

Guarda anche 

L’HCL non si sblocca: è un 2022 da 0 in classifica

LUGANO – Non c’è proprio nulla da fare: la pausa natalizia, condita dal covid che ha condizionato e non poco la ripresa delle attività, ha inter...
17.01.2022
Sport

Bugie, cambi in corsa, ricorsi e addio: Djokovic ci ha perso anche la faccia

MELBOURNE (Australia) – Alla fine è finita come un po’ tutti ci aspettavamo, come il popolo australiano auspicava e così come il Ministro dell&r...
17.01.2022
Sport

Game, set and match: Djokovic espulso dall’Australia!

MELBOURNE (Australia) - Il primo ricorso gli era stato favorevole e aveva potuto anche allenarsi per qualche giorno al Melbourne Park, ma il secondo ricorso, quello contr...
16.01.2022
Sport

In assistenza e senza fissa dimora, dopo 36 condanne rischia l'espulsione

Un cittadino tedesco di 40 anni rischia l'espulsione dalla Svizzera dopo aver aggredito e derubato una donna nel 2020. L'uomo, al beneficio dell'assistenza so...
16.01.2022
Svizzera