Svizzera, 20 febbraio 2021

Lavoratore in nero arrestato ed espulso

Un lavoratore in nero è stato scoperto e arrestato lo scorso 10 febbraio in un esercizio pubblico di Baar, comunica ora la polizia cantonale di Zugo.

L’uomo, un 35enne bosniaco, è stato sorpreso mentre stava svolgendo dei lavori edili senza alcun tipo di autorizzazione. Era entrato illegalmente in Svizzera a metà dicembre 2020 e da allora era stato impiegato nella ristrutturazione dell’esercizio pubblico, senza permesso né contratto di lavoro.

Il 35enne è già stato espulso dalla Svizzera, dopo essere stato condannato a una pena pecuniaria sospesa con la condizionale. Nei suoi confronti è stato emesso un divieto di ingresso in Svizzera della durata di 2 anni.

Il gerente dell’esercizio pubblico, un 31enne di nazionalità svizzera, deve invece ancora rispondere di diverse infrazioni alle legge federale sugli stranieri.

Guarda anche 

Zugo e Zurigo in pole position. E attenzione ai biancoblù

LUGANO - Il campionato di National League batte ormai alle porte. In settimana comincia la regular season, come al solito retta da un calendario assurdo per non dire...
06.09.2021
Sport

Due ladri scoperti perchè sono fuggiti prendendo l'autostrada... in bicicletta

Martedì, poco prima dell'alba, due ciclisti che stavano viaggiando sull'autostrada A4 vicino a Cham (ZG) sono stati segnalati al centro di controllo della ...
21.07.2021
Svizzera

Causa un incidente con un ferito, dovrà lasciare la Svizzera per 5 anni

Un automobilista kosovaro dovrà lasciare la Svizzera per almeno 5 anni per aver causato un incidente in cui era rimasta ferita la persona con cui viaggiava e c'...
21.07.2021
Svizzera

Uccise il compagno perchè non voleva più sposarsi, condannata a 7 anni di carcere e espulsione

Il Tribunale federale ha respinto il ricorso di una donna che aveva ucciso il suo compagno a coltellate nel settembre 2018 a Veyras, nel canton Vallese. I due, 40enne cit...
15.07.2021
Svizzera