Svizzera, 15 gennaio 2021

La Svizzera dovrà dare all'Italia i dati bancari di due contribuenti italiani

Il Tribunale amministrativo federale (TAF) ha respinto il ricorso di due contribuenti italiani che si opponevamo alla trasmissione dei loro dati bancari a Roma. Questa richiesta congiunta di assistenza amministrativa in materia fiscale da parte delle autorità italiane è ammissibile, hanno ritenuto i giudici di San Gallo.

Nel febbraio 2020 l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) aveva accolto una domanda italiana riguardante due contribuenti considerati "recalcitranti" ai sensi degli accordi conclusi tra i due Paesi. I due hanno quindi contestato questa decisione presentando ricorso al Tribunale amministrativo federale.

In una sentenza pubblicata mercoledì, i giudici del TAF hanno respinto entrambi i ricorsi. Essi hanno giudicato che la domanda italiana soddisfa tutti i requisiti della Convenzione per evitare le doppie imposizioni tra la Svizzera e l'Italia, del Protocollo
aggiuntivo e dell'Ordinanza sull'assistenza amministrativa a fini fiscali. Vengono inoltre rispettati i principi stabiliti dal Tribunale federale sul divieto di ricerca generalizzata e indiscriminata di informazioni (le cosidette "fishing expedition").

Inoltre, la TAF ritiene che il modello comportamentale che definisce i cosiddetti contribuenti recalcitranti consente di escludere qualsiasi ricerca di informazioni generalizzata da parte dell'Italia. La domanda contiene quindi tre elementi essenziali: il gruppo interessato è descritto in dettaglio, vi sono chiari motivi per ammettere che i contribuenti italiani hanno violato i loro obblighi fiscali e, infine, sono indicate con precisione le ragioni per cui le informazioni sono utili all'Italia ai fini fiscali.

Questa sentenza non è tuttavia definitiva e può ancora essere impugnata dinanzi al Tribunale federale.

Guarda anche 

Viene truffata due volte e finisce per essere condannata per riciclaggio

Una donna residente in Vallese è riuscita a farsi truffare due volte dalla stessa persona e, se ciò non fosse abbastanza, è finita per essere condann...
16.02.2024
Svizzera

Vuole spostare l'auto di pochi centrimetri mentre è ubriaca, si ritrova con 10'000 franchi di multa

È una vicenda quantomeno singolare, per non dire sfortunata, quella avvenuta a una donna di Lucerna un sabato pomeriggio nell'estate del 2022. La donna si era ...
13.02.2024
Svizzera

Perde 40'000 franchi col gioco d'azzardo, ma la banca doveva fermarla (e dovrà risarcirla)

Un debito di 40'000 franchi di una ex cliente di PostFinance, contratto a causa di un errore informatico della banca, dovrà essere cancellato. La giustizia rit...
11.02.2024
Svizzera

Espulso dalla Svizzera dopo aver commesso più di 30 crimini e accumulato centinaia di migliaia di franchi di debiti

Il Tribunale federale ha confermato l'espulsione di un cittadino serbo arrivato in Svizzera all'età di 15 anni e che nei suoi 33 anni di permanenza ha comm...
16.01.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto