Svizzera, 15 gennaio 2021

La Svizzera dovrà dare all'Italia i dati bancari di due contribuenti italiani

Il Tribunale amministrativo federale (TAF) ha respinto il ricorso di due contribuenti italiani che si opponevamo alla trasmissione dei loro dati bancari a Roma. Questa richiesta congiunta di assistenza amministrativa in materia fiscale da parte delle autorità italiane è ammissibile, hanno ritenuto i giudici di San Gallo.

Nel febbraio 2020 l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) aveva accolto una domanda italiana riguardante due contribuenti considerati "recalcitranti" ai sensi degli accordi conclusi tra i due Paesi. I due hanno quindi contestato questa decisione presentando ricorso al Tribunale amministrativo federale.

In una sentenza pubblicata mercoledì, i giudici del TAF hanno respinto entrambi i ricorsi. Essi hanno giudicato che la domanda italiana soddisfa tutti i requisiti della Convenzione per evitare le doppie imposizioni tra la Svizzera e l'Italia, del Protocollo
aggiuntivo e dell'Ordinanza sull'assistenza amministrativa a fini fiscali. Vengono inoltre rispettati i principi stabiliti dal Tribunale federale sul divieto di ricerca generalizzata e indiscriminata di informazioni (le cosidette "fishing expedition").

Inoltre, la TAF ritiene che il modello comportamentale che definisce i cosiddetti contribuenti recalcitranti consente di escludere qualsiasi ricerca di informazioni generalizzata da parte dell'Italia. La domanda contiene quindi tre elementi essenziali: il gruppo interessato è descritto in dettaglio, vi sono chiari motivi per ammettere che i contribuenti italiani hanno violato i loro obblighi fiscali e, infine, sono indicate con precisione le ragioni per cui le informazioni sono utili all'Italia ai fini fiscali.

Questa sentenza non è tuttavia definitiva e può ancora essere impugnata dinanzi al Tribunale federale.

Guarda anche 

Espulso per debiti, se la prende con la Posta

In assistenza e oberato dai debiti, un cittadino congolese deve lasciare il Ticino, dove vive dal 2009. Anche il Tribunale amministrativo cantonale (TRAM) ha in sostanza ...
05.03.2021
Ticino

Rapina a Fornasette, arrestati due italiani (uno aveva il divieto di entrata)

Sono finiti in manette i due presunti autori della rapina avvenuta lo scorso 19 dicembre ai danni di un distributore di benzina con annesso ufficio cambio a Fornasette. ...
02.03.2021
Ticino

Imprenditore di Viggiù evade milioni grazie a una finta ditta svizzera

Sulla carta la sua azienda di abbigliamento sportivo aveva la sede a Mendrisio. Ma in realtà tutta l’attività si svolgeva in Italia e veniva amministr...
26.02.2021
Svizzera

Condannato ed espulso per l'accoltellamento all'Aldi di Pregassona

È stato condannato a 6 anni di carcere e a 10 anni di espulsione dalla Svizzera, il 38enne iracheno che lo scorso 20 luglio accoltellò un connazionale in pi...
24.02.2021
Ticino