Svizzera, 15 gennaio 2021

La Svizzera dovrà dare all'Italia i dati bancari di due contribuenti italiani

Il Tribunale amministrativo federale (TAF) ha respinto il ricorso di due contribuenti italiani che si opponevamo alla trasmissione dei loro dati bancari a Roma. Questa richiesta congiunta di assistenza amministrativa in materia fiscale da parte delle autorità italiane è ammissibile, hanno ritenuto i giudici di San Gallo.

Nel febbraio 2020 l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) aveva accolto una domanda italiana riguardante due contribuenti considerati "recalcitranti" ai sensi degli accordi conclusi tra i due Paesi. I due hanno quindi contestato questa decisione presentando ricorso al Tribunale amministrativo federale.

In una sentenza pubblicata mercoledì, i giudici del TAF hanno respinto entrambi i ricorsi. Essi hanno giudicato che la domanda italiana soddisfa tutti i requisiti della Convenzione per evitare le doppie imposizioni tra la Svizzera e l'Italia, del Protocollo aggiuntivo e dell'Ordinanza sull'assistenza amministrativa a fini fiscali. Vengono inoltre rispettati i principi stabiliti dal Tribunale federale sul divieto di ricerca generalizzata e indiscriminata di informazioni (le cosidette "fishing expedition").

Inoltre, la TAF ritiene che il modello comportamentale che definisce i cosiddetti contribuenti recalcitranti consente di escludere qualsiasi ricerca di informazioni generalizzata da parte dell'Italia. La domanda contiene quindi tre elementi essenziali: il gruppo interessato è descritto in dettaglio, vi sono chiari motivi per ammettere che i contribuenti italiani hanno violato i loro obblighi fiscali e, infine, sono indicate con precisione le ragioni per cui le informazioni sono utili all'Italia ai fini fiscali.

Questa sentenza non è tuttavia definitiva e può ancora essere impugnata dinanzi al Tribunale federale.

Guarda anche 

Pesanti condanne per un caso di corruzione alla SECO, "il più grave da decenni nella storia svizzera"

Per quindici giorni il Tribunale penale federale di Bellinzona nel mese di agosto si è occupato di uno dei più grandi casi di corruzione nella storia del...
19.09.2021
Svizzera

Fa ricorso per una multa per divieto di sosta, alla fine dovrà pagare 15 volte tanto

Succede, talvolta, che quando si fa ricorso per una multa, si riesce a farla annullare, o comunque ridurre l'importo, quando si è convinti di non aver commesso...
18.09.2021
Svizzera

Derubava i clienti FFS mettendo un fazzoletto nel distributore di biglietti

Un cittadino francese residente a Ginevra è riuscito a sottrarre circa 2'000 franchi a clienti delle FFS bloccando l'erogatore del resto dei distributori d...
13.09.2021
Svizzera

Maschera di Dalì e mitra in mano: erano due minorenni che giocavano a spaventare i passanti

ORBETELLO (Italia) – “La Casa di Carta” è ormai diventato un must un po’ per gli utilizzatori di Netflix di tutte le età, ma evident...
14.09.2021
Magazine