Sport, 08 gennaio 2021

Niente Australian Open per Federer: il motivo è (anche) Mirka

Oltre alle motivazioni fisiche sul forfait del renano, ci potrebbero essere altre ragioni: una di queste è la non volontà della moglie di andare in Australia

MELBOURNE (Australia) – Per la prima volta in carriera Roger Federer non parteciperà agli Australian Open: la notizia ha ormai qualche settimana. I problemi fisici, legati ai due interventi subiti l’anno scorso alle ginocchia, hanno costretto il renano a dichiarare forfait, ma… sulla sua decisione potrebbero aver pesato altre cause. Una fra tutte sarebbe relativa al rifiuto della moglie Mirka di recarsi in Australia.

Questo è quanto sostiene Andre Sa, l’ex numero 55 al mondo che a Melbourne si occuperà dei rapporti con i giocatori, facendo da ponte tra l’organizzazione e gli atleti. Un ruolo delicato, vista la particolarità della realtà nella quale si svolgerà il primo Slam dell’anno.

“La quarantena è stata la ragione principale. Federer aveva due soluzioni venire qui con tutta la famiglia e affrontare la quarantena assieme, o venire da solo. Cosa che Federer ha escluso immediatamente, dichiarando che a 39 anni, dopo 20 Slam vinti e quatto figli, i tempi in cui doveva vivere separato dalla famiglia per 5 settimane erano finiti”, ha rivelato Sa all’emittente brasiliana “Bandsports”.

Federer, ovviamente, avrebbe beneficiato delle eccezioni durante le due settimane del torneo, mentre Mirka e i figli non avrebbero dovuto lasciare la camera d’albergo pe 14 giorni. “L’eccezione si applica solo ai giocatori, che possono andarsi ad allenare e/o giocare per poi far ritorno nella loro camera. Ma Mirka non era d’accordo”, ha continuato Sa.

Ovviamente il motivo ufficiale del suo forfait continua ad essere il lungo recupero dopo le due operazioni subite.

Guarda anche 

La password dimenticata che vale 200 milioni di franchi in Bitcoin

Il valore del Bitcoin ha preso il volo nelle scorse settimane raggiungendo il massimo storico di 40'000 dollari giovedì 7 gennaio. Per coloro che non hanno pi&...
13.01.2021
Mondo

"La tassa militare è discriminatoria", la Svizzera condannata dalla CEDU

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) si è pronunciata a favore di un cittadino svizzero ritenuto inabile al servizio che si era opposto alla tassa mil...
12.01.2021
Svizzera

Libertà d'espressione, il social network "Parler" chiuso da Amazon e bandito da Apple e Google

Il popolare social network dei conservatori americani, Parler, è stato chiuso lunedì, il giorno dopo che Amazon ha tagliato l'accesso ai suoi server sul...
11.01.2021
Mondo

Le FFS condannate a risarcire un ex dipendente licenziato per "jihadismo"

"Le FFS, sotto pressione, dato il contesto securitario, hanno visto nel ricorrente un simpatizzante jihadista o estremista e quindi hanno cercato un motivo per il li...
11.01.2021
Svizzera