Svizzera, 23 dicembre 2020

Condannato a cinque mesi di carcere per aver scritto messaggi razzisti sul web

Un cittadino svizzero residente nel canton Ginevra è stato condannato per pubblica istigazione all'odio e alla discriminazione per aver scritto frasi a carattere razzista sul web. Il ministero pubblico di Ginevra lo ha condannato a poco più di cinque mesi di carcere da scontare, in virtù della legge antirazzista. Come riporta la "Tribune de Genève", tra il 2018 e il 2019 l'uomo aveva pubblicato migliaia di messaggi e articoli razzisti e negazionisti sul suo account Twitter e su un sito di cui era redattore. La corte ginevrina ha sottolineato che i suoi commenti non sono destinati solo alla sua cerchia privata, ma sono accessibili a un numero sconosciuto di persone. Avevano quindi un carattere "pubblico" che ha contribuito alla violazione della legge e alla severità della pena.

Nei suoi messaggi, l'uomo aveva ripetutamente sostenuto che l'Olocausto non è mai esistito. Ha anche fatto riferimento a un sopravvissuto del "LOLocausto gassato e trasformato in sapone". L'uomo aveva anche definito una parlamentare francese di colore una "negra". Essendo questa una sentenza di primo grado, essa non è ancora definitiva e può ancora ancora essere impugnata in appello.

Guarda anche 

Derubava i clienti FFS mettendo un fazzoletto nel distributore di biglietti

Un cittadino francese residente a Ginevra è riuscito a sottrarre circa 2'000 franchi a clienti delle FFS bloccando l'erogatore del resto dei distributori d...
13.09.2021
Svizzera

Aveva danneggiato antenne radio e veicoli militari, estremista di sinistra dovrà risarcire 250'000 franchi di danni

Un estremista di sinistra di 30 anni arrestato nel gennaio 2019 nel canton Zurigo per aver danneggiato diversi veicoli della polizia e antenne telefoniche è stato ...
05.09.2021
Svizzera

Avvocato tratta i poliziotti di "cow-boy" durante un processo, il TF conferma la condanna

Durante un'udienza nell'aprile 2019, un avvocato vallesano ha perso le staffe trattando gli inquirenti che si sono occupati del suo caso di "cow-boy" ch...
04.09.2021
Svizzera

Mandava multe finte a automobilisti in divieto di sosta, condannato un "uomo d'affari"

È una truffa a dir poco originale quella inventata da un cittadino olandese residente nel canton Vaud. Descritto come un "uomo d'affari", inviava mul...
01.09.2021
Svizzera