Svizzera, 23 dicembre 2020

Condannato a cinque mesi di carcere per aver scritto messaggi razzisti sul web

Un cittadino svizzero residente nel canton Ginevra è stato condannato per pubblica istigazione all'odio e alla discriminazione per aver scritto frasi a carattere razzista sul web. Il ministero pubblico di Ginevra lo ha condannato a poco più di cinque mesi di carcere da scontare, in virtù della legge antirazzista. Come riporta la "Tribune de Genève", tra il 2018 e il 2019 l'uomo aveva pubblicato migliaia di messaggi e articoli razzisti e negazionisti sul suo account Twitter e su un sito di cui era redattore. La corte ginevrina ha sottolineato che i suoi commenti non sono destinati solo alla sua cerchia privata, ma sono accessibili a un numero sconosciuto di persone. Avevano quindi un carattere "pubblico" che ha contribuito alla violazione della legge e alla severità della pena.

Nei suoi messaggi, l'uomo aveva ripetutamente sostenuto che l'Olocausto non è mai esistito. Ha anche fatto riferimento a un sopravvissuto del "LOLocausto gassato e trasformato in sapone". L'uomo aveva anche definito una parlamentare francese di colore una "negra". Essendo questa una sentenza di primo grado, essa non è ancora definitiva e può ancora ancora essere impugnata in appello.

Guarda anche 

A processo per aver dato da mangiare al gatto della vicina, viene assolta

Una 59enne di Eglisau, nel canton Zurigo, è stata processata per la singolare accusa di aver dato da mangiare al gatto della vicina, nonostante quest'ultima fo...
20.05.2022
Svizzera

La popolazione non può opporsi al taglio di un albero, secondo il Tribunale federale

Sovente, quando un comune sta per abbattere uno o più alberi, fra la popolazione si sollevano voci contrarie. È successo recentemente anche a Zofingen, nel ...
20.05.2022
Svizzera

Ruba il gatto del vicino perché credeva fosse il suo, viene denunciata e condannata

La giustizia vodese si è dovuta chinare su una singolare vicenda concernente due proprietari di gatti di Montreux. Una donna ha rubato il gatto del suo vicino e si...
14.05.2022
Svizzera

Gli sposi si separano pochi anni dopo la naturalizzazione del marito, con il divorzio perde anche il passaporto

Un cittadino algerino con il divorzio perderà, oltre alla moglie, anche la cittadinanza svizzera acquisita appena due anni prima. Sposatosi nel 2010 con una don...
13.05.2022
Svizzera