Mondo, 10 dicembre 2020

Ricorso del Texas alla Corte suprema Usa: "Bloccare il voto del collegio elettorale"

La probabilità che Joe Biden abbia ottenuto vittorie eque in Pennsylvania, Michigan, Georgia e Wisconsin è microscopica, secondo un esperto citato in una causa in Texas per violazioni delle leggi elettorali nei quattro stati.

Lo Stato del Texas ha presentato un ricorso alla Corte suprema degli Stati Uniti che richiede un intervento giudiziario dalla massima corte per garantire l'integrità dei risultati delle elezioni presidenziali del 2020. Mentre la causa si concentra principalmente su presunte violazioni delle leggi e delle norme elettorali da parte di quattro Stati, Pennsylvania, Michigan, Georgia e Wisconsin, si fa anche riferimento ad "analisi di esperti che utilizzano un test statistico comunemente accettato", che indica un'inganno su larga scala. 

Secondo uno di questi esperti la probabilità che Joe Biden abbia vinto in Pennsylvania, Michigan, Georgia e Wisconsin è microscopica. Facendo riferimento a una dichiarazione presentata dall'analista Charles J. Cicchetti, la probabilità che Biden abbia vinto il voto popolare in Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin in modo indipendente sarebbe "meno di uno su un quadrilione, o uno su 1.000.000.000.000.000". Per vincere i quattro stati contestati collettivamente, le probabilità per Biden scendono a "uno su un quadrilione al quarto potere", si legge nella causa. 

Per ora, la metodologia usata da Cicchetti rimane un mistero. La sua dichiarazione completa dovrebbe essere presentata in una prossima mozione e non è ancora disponibile al pubblico. 
Cicchetti non è però l'unico a dare delle pessime probabilità di vittoria a Biden. Il sondaggista Patrick Basham, fondatore dell'organizzazione di ricerca Democracy Institute, ha dichiarato all'emittente Fox News che la vittoria del Democratico ha sfidato "le metriche non polling" che hanno "un tasso di precisione del 100%", e ha descritto i risultati delle elezioni come "statisticamente poco plausibili".
/>
La causa del Texas è stata nel frattempo appoggiata da diciassette stati americani, i quale sostengono che quattro stati che hanno certificato le elezioni presidenziali per il democratico Joe Biden le hanno gestite male, in violazione della Costituzione degli Stati Uniti.

Il procuratore generale del Missouri Eric Schmitt ha guidato i suoi colleghi di Alabama, Arkansas, Florida, Indiana, Kansas, Louisiana, Mississippi, Montana, Nebraska, North Dakota, Oklahoma, South Carolina, South Dakota, Tennessee, Utah e West Virginia nel presentare l'Amicus curiae alla Corte suprema degli Stati Uniti mercoledì.

Gli amici (l'insieme degli Stati che hanno firmato l'Amicus curiae) "hanno un forte interesse a garantire che i voti dei propri cittadini non siano diluiti dall'incostituzionale amministrazione delle elezioni in altri Stati", dice il brief di 30 pagine, aggiungendo che quando altri organi di quegli Stati invadono l'autorità delle loro legislature - le uniche a cui sono costituzionalmente affidate le elezioni - "minacciano la libertà, non solo dei propri cittadini, ma di ogni cittadino degli Stati Uniti che in quelle elezioni esprime un voto legittimo".

La causa del Texas non sostiene che vi sia stata frode elettorale in quanto tale, ma sottolinea che ci sono state "irregolarità di voto", "emendamenti impropri "alle leggi elettorali degli Stati debitamente promulgate" e persino la potenziale soppressione del voto repubblicano, "sia legale che illegale" in tutti e quattro gli Stati.

"Questi difetti impediscono cumulativamente di sapere chi ha vinto legittimamente le elezioni del 2020 e minacciano di offuscare tutte le elezioni future", si legge nella causa del Texas.

I risultati del giorno delle elezioni hanno mostrato Trump davanti a Biden in tutti e quattro gli Stati citati nella causa, fino a quando il conteggio notturno delle schede elettorali non ha capovolto il risultato a favore del candidato democratico.

Guarda anche 

Costrette a togliere il velo dopo l’arresto, musulmane risarcite

La città di New York ha accettato di pagare 17,5 milioni di dollari per risolvere una causa intentata da due donne musulmane che sostenevano che la polizia aveva v...
09.04.2024
Mondo

Negli USA una rara eclisse attirerà milioni di visitatori

Lunedì in Nord America milioni di curiosi potranno osservare un'eclissi totale, un fenomeno raro che attirerà numerosi turisti lungo una diagonale che a...
06.04.2024
Mondo

USA, almeno 6 morti nel crollo di un ponte colpito da una nave

Il Francis Scott Key Bridge di Baltimora, sulla costa orientale degli Stati Uniti, è crollato martedì mattina presto dopo essere stato colpito da una nave c...
27.03.2024
Mondo

USA: Donald Trump stravince nel "Super Tuesday", nomination praticamente assicurata

Donald Trump ha vinto martedì la maggior parte dei 15 stati in cui si votava nella grande giornata elettorale del “Super Tuesday”, confermando la sua m...
06.03.2024
Mondo

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto