Svizzera, 02 dicembre 2020

Dopo aver passato metà della sua vita in carcere, viene nuovamente condannato per rapina

Un cinquantenne portoghese che ha passato metà della sua vita nelle carceri francesi per vari reati, sta per avere un assaggio delle prigioni svizzere. Autore di tre rapine a Friburgo e Neuchâtel nel 2016, è stato condannato per rapina, estorsione e reati contro la legge federale sulle armi. Come riporta il portale "LeMatin", il tribunale di Sarine lo ha condannato martedì a 7 anni di carcere da dedurre dalla sua detenzione preventiva cominciata con il suo arresto nel marzo 2017. Una volta scontata la pena, il cinquantenne sarà espulso dalla Svizzera, dove gli sarà vietato fare ritorno per un periodo di dieci anni.

"Mia madre faceva i lavori domestici tutto il giorno,
senza far quadrare i conti, e vivevamo in una delle peggiori periferie francesi", ha detto l'uomo alla corte. "Ho iniziato rubando caramelle e la situazione è degenerata. Non scusa il danno che ho causato, ma spiega chi sono".

Nel luglio 2016, armato di una pistola finta, l'uomo era entrato in una gioielleria di Friborgo e aveva minacciato gli impiegati. Dopo averli legati tutti tranne uno, ha costretto quest'ultimo ad aiutarlo a riempire le sue borse di oro, contanti e gioielli. Tre mesi dopo se la prese con una filiale della banca Raiffeisen con un modus operandi simile mentre l'ultima rapina era avvenuta a una gioielleria di Neuchâtel nel dicembre dello stesso anno.

Guarda anche 

Imam espulso dalla Svizzera si ripresenta a Chiasso come richiedente l’asilo

Il suo permesso di soggiorno in Svizzera gli era stato revocato nel 2015, decisione confermata definitivamente dai giudici nel 2017. Tornato in Egitto, l'Imam si sare...
17.04.2021
Svizzera

Espulsi dalla Svizzera i tre giocatori che picchiarono un arbitro

Cartellino rosso per i tre giocatori kosovari del FC Tordoya che nel 2018 aggredirono brutalmente un arbitro, durante una partita di quinta lega al centro sportivo di Eva...
15.04.2021
Svizzera

Rubava auto in Ticino e le rivendeva: condannato ed espulso

Un 30enne rumeno comparso ieri in aula penale a Lugano è stato condannato a 16 mesi di detenzione da espiare e a 5 anni di espulsione dalla Svizzera. L’uo...
10.04.2021
Ticino

I figli non possono andare all'asilo perchè non vaccinati, "giusto così" per la CEDU

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha stabilito giovedì che la vaccinazione obbligatoria è "necessaria in una società democratica...
08.04.2021
Mondo