Mondo, 01 dicembre 2020

Per protestare contro la chiusura degli impianti sciistici una località francese espone bandiere della Svizzera

Mentre in Europa si accentuano le tensioni internazionali sull'apertura o meno delle stazioni sciistiche durante il periodo natalizia, una località invernale francese ha trovato un modo originale per protestare contro la decisione del governo di tenere chiusi gli impianti sciistici: coprire di bandiere svizzere il municipio (vedi foto). È la trovata di Châtel, una località francese al confine con il Vallese, cantone con cui condivide la stazione sciistica "Portes du soleil" e a a cui la decisione del governo francese di tenere chiusi gli impianti sciistici evidentemente sta stretta.

La scelta delle autorità di Châtel la spiega il sindaco Nicolas Rubin con un messaggio su Facebook ripreso dal portale francese “L'Est Républicain”: "Simbolicamente, il municipio di Châtel accoglie i colori svizzeri. Un messaggio a Parigi per trarre ispirazione da quello che può essere un lavoro concertato tra politici e attori della montagna", dice. Il sindaco ritiene che la decisione del governo francese di chiudere i propri impianti sciistici sia stata presa "troppo presto, senza consultazione, senza ascolto, con argomentazioni false e distorte".

Nell'ambito della zona franco-svizzera della Portes du Soleil, Châtel si troverà quindi in una nuova situazione, con impianti di risalita attivi sul lato svizzero e fermi sul lato francese. "Per noi è una doppia penalità perché il resort sul lato svizzero è aperto. Gli ospiti si dirigono tutti verso il lato svizzero, con il rischio di trasformarlo in una zona di contrazione con un enorme afflusso di persone. Mentre dalla nostra parte avevamo un grande spazio, con una frequentazione molto diminuita", spiega Nicolas Rudin in "L'Est Républicain".

Guarda anche 

Radicalizzato (e naturalizzato) in Svizzera, viene condannato a 15 anni di carcere in Francia

Un giovane bosniaco residente nel canton Vaud e detentore del passaporto svizzero è stato condannato venerdì a Parigi per aver progettato diversi attentati ...
16.01.2021
Mondo

Frontaliere condannato a 20 anni di carcere per aver ucciso una prostituta

Un lavoratore frontaliere francese di 33 anni è stato condannato venerdì a 20 anni di carcere dal tribunale penale del Doubs di Besançon, in Francia,...
12.12.2020
Svizzera

"I francesi dovrebbero liberarsi di Macron" afferma Erdogan, mentre l'UE prepara sanzioni contro la Turchia

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha detto che la Francia dovrebbe liberarsi del "peso" causato dal Presidente Emmanuel Macron, mentre l'Ue si prepar...
05.12.2020
Mondo

Dopo aver passato metà della sua vita in carcere, viene nuovamente condannato per rapina

Un cinquantenne portoghese che ha passato metà della sua vita nelle carceri francesi per vari reati, sta per avere un assaggio delle prigioni svizzere. Autore di t...
02.12.2020
Svizzera