Sport, 29 novembre 2020

Svizzera, grande impresa. Battuti i fortissimi serbi

Ieri in Finlandia nella partita valida per le qualificazioni agli Europei del 2022

“Sono felicissimo. Questa è la vittoria più bella della mia carriera e credo anche della nazionale rossocrociata da quando esiste! Abbiamo battuto la Serbia pluridecorata. Bravi i ragazzi, che hanno giocato in modo semplice, solidi e compatti. Da gruppo vero”. Le parole del coach ticinese Gianluca Barilari sottolineano in modo perfetto la sua gioia e del nostro movimento cestistico: i rossocrociati hanno sconfitto una delle nazionali più forti al mondo, che nel suo palmares può vantare, come diceva appunta il nostro selezionatore, conquiste prestigiose.

È un po’ come se la Svizzera del calcio battesse il Brasile! Di certo ieri è stata una giornata storica: nella bolla di Espoo (in Finlandia) la nostra massima rappresentativa si è superata e controogni pronostico ha messo sotto (92-90) una Serbia che non si aspettava di trovarsi di fronte una squadra così decisa e concentrata.

E per dare un tocco in più di magia al tutto, la vittoria degli elvetici è arrivata sul filo di sirena grazie ad un tiro di Dusan Mladjan, servito per l’occasione dal fratello Mladjan! C’è tanta SAM Massagno, insomma, in questa impresa. Per la Svizzera è la prima vittoria nelle qualificazioni agli Europei del 2022 e domani se dovesse riuscire a battere anche la Finlandia potrebbe avvicinarsi alla rassegna continentale.

Guarda anche 

Festa Lugano, Ticino in trionfo: il Crus nella storia

BERNA – “Ci credevo dallo scorso 2 settembre. Questo era l’obiettivo”. Parole e musica di Mattia Croci-Torti che ha così commentato ieri la...
16.05.2022
Sport

Lugano, è tutto vero! La Coppa Svizzera è tua!

BERNA – Era il sogno, neanche tanto nascosto, degli ultimi due mesi. Era l’obiettivo che il Lugano, i suoi tifosi e tutto il Canton Ticino avevano messo nel m...
15.05.2022
Sport

“I nostri anni meravigliosi Malfanti il trascinatore”

LUGANO - Adriano Coduri ha quasi 85 anni e sente gli acciacchi della vita anche se non se ne cura troppo. Risiede sempre a Rancate, il paese in cui è cre...
15.05.2022
Sport

Il sindaco lancia la finale: “Mister Croci Torti è un mito”

LUGANO - “Non sono un tifoso fanatico ma quando mi capita vado a Cornaredo e mi vedo la partita assieme ai vecchi supporter bianconeri, quelli che non mollano ...
15.05.2022
Sport