Svizzera, 14 novembre 2020

Ha ucciso suo figlio, ma non andrà in carcere

Una camerunese di 31 anni è stata condannata per omicidio colposo per aver ucciso suo figlio di 4 anni. Vittima di maltrattamenti, il bambino è morto a causa delle ferite riportate nel gennaio 2019. Ma, nonostante la condanna, la madre non andrà in prigione. Il tribunale distrettuale di Bülach, nel canton Zurigo, ha ritenuto che la donna soffra di problemi mentali e ne ha ordinato il trattamento stazionario.

I giudici hanno constatato che non ha causato intenzionalmente la morte del figlio. Poiché l'imputata soffre di schizofrenia paranoica, il tribunale ha ordinato il ricovero per il suo disturbo mentale. Il suo caso sarà riesaminato ogni cinque anni e una volta terminato il trattamento, ne ha ordinato l'espulsione dalla Svizzera per 10 anni.

Secondo un rapporto della scientifica, il bambino è stato picchiato, tra l'altro, con una cintura o un cavo elettrico. Soffriva di emorragie e di lividi su braccia, gambe e la parte superiore del corpo. Dopo ore di maltrattamenti ,le lesioni hanno infine portato ad un'embolia polmonare con arresto cardiaco, che ha portato alla morte del figlio della donna.

Durante l'udienza di agosto, la madre era rimasta in silenzio. Al suo avvocato aveva spiegato che il bambino era rimasto ferito quando è caduto dalle scale di una cantina. Di conseguenza, ha chiesto il proscioglimento dall'accusa di omicidio premeditato.

Guarda anche 

Pesanti condanne per un caso di corruzione alla SECO, "il più grave da decenni nella storia svizzera"

Per quindici giorni il Tribunale penale federale di Bellinzona nel mese di agosto si è occupato di uno dei più grandi casi di corruzione nella storia del...
19.09.2021
Svizzera

Fa ricorso per una multa per divieto di sosta, alla fine dovrà pagare 15 volte tanto

Succede, talvolta, che quando si fa ricorso per una multa, si riesce a farla annullare, o comunque ridurre l'importo, quando si è convinti di non aver commesso...
18.09.2021
Svizzera

Derubava i clienti FFS mettendo un fazzoletto nel distributore di biglietti

Un cittadino francese residente a Ginevra è riuscito a sottrarre circa 2'000 franchi a clienti delle FFS bloccando l'erogatore del resto dei distributori d...
13.09.2021
Svizzera

Aveva danneggiato antenne radio e veicoli militari, estremista di sinistra dovrà risarcire 250'000 franchi di danni

Un estremista di sinistra di 30 anni arrestato nel gennaio 2019 nel canton Zurigo per aver danneggiato diversi veicoli della polizia e antenne telefoniche è stato ...
05.09.2021
Svizzera