Mondo, 25 ottobre 2020

"Macron ha bisogno di un trattamento mentale", la Francia richiama il suo ambasciatore in Turchia dopo un attacco di Erdogan

"Macron ha bisogno di un trattamento mentale". Il governo francese ha denunciato come "inaccettabili" i commenti del presidente turco Recep Tayyip Erdogan che mettono in dubbio "la salute mentale" di Emmanuel Macron a causa del suo atteggiamento nei confronti dei musulmani, sulla scia delle sue affermazioni sul "separatismo islamico in Francia e la decapitazione di un insegnante da parte di un islamista vicino a Parigi.

I commenti di Erdogan hanno spinto il governo francese a richiamare l'ambasciatore francese ad Ankara, per la prima volta nella storia delle relazioni diplomatiche fra i due paesi. L'atto, secondo fonti l'entourage di Emmanuel Macron citato dall'agenzia stampa AFP, vuole essere "un segnale molto forte" verso la Turchia, paese con cui la Francia è ai ferri corti su numerosi dossier, dalle affermazioni di Macron sull'islam alle manovre turche nel meditteraneo orientale e nel conflitto che oppone Armenia e Azerbaigian.

"Abbiamo avuto insulti e provocazioni da Erdogan quasi ogni settimana quest'estate", ha commentato la stessa fonte dell'entourage di Macron. Ciò che cambierebbe questa volta è "il contesto". Due settimane fa, Erdogan aveva denunciato come una provocazione le dichiarazioni del suo omologo francese sul "separatismo islamista" e la necessità di "strutturare l'Islam" in Francia, mentre l'esecutivo ha presentato il suo futuro disegno di legge su questo tema.

Tutto ciò che si può dire di un capo di Stato che tratta in questo modo milioni di membri di una comunità religiosa è: "vai prima di tutto a fare controlli sulla tua salute mentale", ha detto in un discorso televisivo sabato Erdogan.

Nel suo discorso di giovedì sera, Emmanuel Macron ha promesso che la Francia continuerà a difendere le caricature di Maometto tanto osteggiate da una parte della comunità islamica. Da allora, secondo l'entourage del presidente, "i turchi stanno diffondendo una sorta di assurda propaganda, per esempio che il presidente ha deciso di proiettare le vignette di Maometto sugli edifici pubblici".

Se le differenze tra Parigi e Ankara non datano di ieri, le affermazioni di Erdogan e il richiamo dell'ambasciatore francese in Turchia segnalano un'ulteriore peggioramento delle relazioni tra i due paesi.

Guarda anche 

Non ci sarà l'incontro tra Parmelin e Macron in novembre, "Francia scontenta per la scelta dei caccia americani"

Prevista da sei mesi, la visita che il presidente della Confederazione avrebbe dovuto avere con il suo omologo francese Emmanuel Macron in novembre non avrà luogo....
20.09.2021
Svizzera

L'Ue approva 14 miliardi per cercare nuove adesioni nei balcani e la Turchia

Pioggia di soldi per i paesi balcanici non ancora membri dell'UE e la Turchia in vista di un'adesione all'Unione europea. Nei giorni scorsi il Consiglio Europ...
13.09.2021
Mondo

Il suo cane muore di caldo nel treno in panne, per scusarsi la compagnia ferroviaria le regala un buono

Ana, con tutta probabilità, non dimenticherà tanto presto quanto le è successo il 21 luglio scorso quando, durante un viaggio in treno, il suo cane &...
30.08.2021
Mondo

Migliaia di francesi in piazza contro il pass sanitario, scontri e disordini a Parigi

Circa 161'000 persone, di cui 11'000 a Parigi, hanno manifestato in Francia sabato per protestare contro il pass sanitario, secondo fonti del governo. Un numero a...
25.07.2021
Mondo