Sport, 19 ottobre 2020

Covid e calcio regionale: c'è chi chiede di fermare tutto

Il Maroggia ha inviato una lettera a tutte le società per sospendere immediatamente i campionati per la paura del contagio

MAROGGIA - Forse c’è qualcuno a cui è rimasto un po’ di sale in zucca! Il Maroggia, per “voce” del suo vice-presidente Ruben Tiraboschi, ha inviato una lettera a tutte le società del calcio regionale, perché “è ora di dire basta a questa situazione, la salute viene prima di tutto. I campionati vanno sospesi, in attesa di tempi migliori”. Nella stessa il dirigente si sofferma sul fatto che “ tutte le società, giocatori, staff e tifosi sono messi sotto pressione per evitare che il virus entri nelle nostre case, ma, come abbiamo avuto modo di vedere, questo è pressoché impossibile. Il calcio regionale è puro divertimento, hobby, svago. Ma da 7 mesi è diventato una preoccupazione”.

Al campo, avverte, si deve andare con la mascherina, alla buvette ci si può solo fermare per bere una bibita velocemente e poi allontanarsi per evitare assembramenti.

“No, questo non è il calcio che ho imparato a conoscere ed apprezzare” ricorda Tiraboschi. Ma non solo: nella lettera si sofferma sul fatto che “non siamo professionisti, siamo persone che dal lunedì al venerdì si recano al lavoro, che vanno a trovare i propri cari e vanno a fare la spesa con tutta la famiglia, gente che la domenica va dalla mamma, dalla nonna o dal nonno a mangiare. Dico basta: stiamo mettendo in pericolo le nostre vite e le vite dei nostri cari e dei nostri amici. E dei nostri tifosi. Tutto questo per cosa?Per giocare in Terza o Quarta Lega?".

E aggiunge pure che “qualcuno potrebbe rischiare di perdere il lavoro, per cosa? Nel nostro calcio non ci sono professionisti, non c’è la Champions League da vincere. C’è la passione e il divertimento. E questo adesso non c’è più”. 

Chiaro, cari membri della Federazione ticinese di calcio e dell’ASF? Il Maroggia e il suo vice presidente meritano un applauso. Tiraboschi, da noi raggiunto telefonicamente, chiude così: “Ho già sentito alcuni dirigenti di altri club: sono tutti d’accordo. Speriamo che loro e altri ci seguano”.

Guarda anche 

Angela Merkel vuole chiudere gli impianti sciistici in tutta l'UE

La Germania chiederà all'Unione Europea di vietare l'apertura degli impianti sciistici fino al 10 gennaio, nonostante l'opposizione dell'Austria e ...
27.11.2020
Mondo

Il confinamento e la recessione dovute al Covid hanno sbilanciato il mercato del lavoro

Il confinamento dovuto al Coronavirus e la conseguente recessione hanno avuto un notevole impatto sul mercato del lavoro in Svizzera, creando uno squilibrio tra domanda e...
26.11.2020
Svizzera

VIDEO – Maradona e il pazzesco allenamento “ballato” del 1989

LUGANO – Sono passate meno di 24 ore ma ancora tutti facciamo fatica a crederci e a digerire la notizia. La morte di Diego Armando Maradona ci sembra un fardello tr...
26.11.2020
Sport

Il mondo piange Diego, il D10S del calcio

BUENOS AIRES (Argentina) – In questo anno tragico, assurdo, inimmaginabile, in un anno che sta segnando le nostre vite, il 25 novembre 2020 difficilmente sarà...
26.11.2020
Sport