Svizzera, 14 ottobre 2020

Il capo negoziatore con l'UE Roberto Balzaretti presto silurato?

Il segretario di Stato Roberto Balzaretti capo negoziatore con l'UE e principale artefice dell'accordo quadro con Bruxelles starebbe per essere sostituito, cosa che sta provocando accese discussioni in seno al Parlamento federale.

A riportarlo è il "Tages-Anzeiger", il quale martedì ha pubblicato un articolo secondo cui Balzaretti non è più responsabile del dossier UE. Ciò è stato confermato alla SRF anche da diverse fonti vicine al Consiglio federale. E proprio martedì Ignazio Cassis ha incontrato la delegazione UE/Efta del Parlamento, possibilmente per informarli del cambiamento.

I pareri della delegazione UE/Efta sulla rimozione di Balzaretti sono molto diversi. "È nell'interesse della causa", sostiene la consigliera nazionale Elisabeth Schneider-Schneiter (PPD/BL) alla SRF. "Sarebbe più facile", continua la deputata PPD, "chiedere all'UE chiarimenti sull'accordo quadro con una nuova persona". Il consigliere nazionale Eric Nussbaumer (PS/BL) parla di un segnale difficile per l'UE: "Abbiamo sempre mandato le persone migliori nei negoziati. Sostenere ora che si ha una capacità di negoziazione ancora migliore è problematico" afferma il socialista.

Secondo la SRF, con la destituzione di Balzaretti, il Consiglio federale lancia anche un segnale in politica interna, ossia un segno che sta iniziando una nuova fase nei negoziati con l'UE per un accordo quadro.

Sempre secondo l'emittente svizzerotedesca, Cassis ha sacrificato Balzaretti anche sotto la pressione di altri consiglieri federali e partiti - l'esperto di politica estera del PLR Hans Peter Portmann ne è convinto, senza condividere la scelta. "Questo è un indebolimento del nostro Consiglio federale", commenta Portmann indignato. "Un gioco di potere indegno del nostro Paese".

Il nuovo posto di lavoro di Roberto Balzarotti sarà, avanza la SRF, l'ambasciata svizzera a Parigi dove sostituirebbe l'attuale ambasciatrice Livia Leu.

Guarda anche 

Il patrimonio complessivo di Unia è di quasi un miliardo di franchi, "i compagni sono dei buoni capitalisti"

Una recente sentenza del Tribunale federale ha rivelato parte del patrimonio a disposizione del sindacato Unia. Il più grande sindacato della Svizzera possedeva be...
17.09.2021
Svizzera

L'Ue approva 14 miliardi per cercare nuove adesioni nei balcani e la Turchia

Pioggia di soldi per i paesi balcanici non ancora membri dell'UE e la Turchia in vista di un'adesione all'Unione europea. Nei giorni scorsi il Consiglio Europ...
13.09.2021
Mondo

Una decisione irrispettosa: gli americani partono male

LUGANO - Chicago hanno schiacciato il bottone sbagliato! Il signor Joe Mansueto e i suoi accoliti hanno pensato bene di aggiungere anche Abel Braga alla lista delle ...
05.09.2021
Ticino

«Boa sorte mister». Ma è così senza senso l’esonero di Braga?

LUGANO – È stato un risveglio travagliato quello di ieri per tutti i tifosi del Lugano, per i calciatori, per gli addetti ai lavori, per noi giornalisti&hell...
02.09.2021
Sport