Mondo, 22 settembre 2020

Referendum ed elezioni regionali in Italia, stravince il sì mentre pareggiano centrodestra e centrosinistra

Gli italiani hanno plebiscitato il referendum costituzionale approvando con quasi il 70% di "sì" la modifica costituzionale che riduce il numero di parlamentari italiani. Per quanto riguarda le elezioni regionali il risultato è di una sostanziale situazione di parità tra centrodestra e centrosinistra con il Movimento 5 Stelle in netta perdità di velocità. Il centrodestra incassa vittorie schiaccianti in Veneto e Liguria e strappa le Marche al centrosinistra, centrosinistra che riesce a confermarsi in Campania, Toscana e Puglia quando, almeno in Toscana, risultato alla vigilia non era dato per scontato. A uscirne sconfitto è, come detto, il Movimento 5 Stelle che non conquista alcuna regione.

La vittoria più schiacciante è quella di Luca Zaia, con il "Doge" del Veneto che si conferma per la terza volta alla guida della Regione con il risultato impressionante del 75% delle preferenze. Da notare che la maggior parte dei voti vanno alla sua lista "Zaia presidente" con percentuali che riaccendono la sfida tutta interna alla Lega per la leadership, nonostante Matteo Salvini abbia più volte spiegato che i due hanno ruoli e obiettivi diversi. "Il nostro obiettivo era superare il 50 per cento tra le due liste", conferma Lorenzo Fontana, citato da "Il Giornale".

Risultato brillante anche per Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni che avanza praticamente ovunque, arrivando ad essere primo partito dell’alleanza di centrodestra in Puglia come in Campania, conquistando le Marche con un suo uomo e incassa un ottimo risultato con Raffaele Fitto in Puglia. All'avanzata di Meloni si contrappone l'ennesima sconfitta di Forza Italia dell'ex premier Silvio Berlusconi (2,6% di preferenze in Veneto e 4,3% in Liguria, per citare due esempi). Deludente anche il risultato dell'altro ex premier Matteo Renzi, che nella "sua" Toscana arriva appena al 3,7% delle preferenze con i suoi candidati nelle altre regioni che raccolgono risultati ancora inferiori.

Queste votazioni, secondo diversi commentatori, dovrebbero da una parte confortare il governo di Giuseppe Conte grazie al risultato netto del referendum e alla tenuta del centrosinistra all'"assalto" del centrodestra il quale alla vigilia sembrava, sondaggi alla mano, poter strappare al PD almeno la "rossa" Toscana. Il risultato deludente del M5S dovrebbe comunque avere ripercussioni sulla tenuta del governo o perlomeno sui suoi equilibri interni, equilibri interni che potrebbero cambiare anche nel centrodestra per gli ottimi risultati di Zaia e Meloni e i contemporanei risultati non spettacolari della Lega di Matteo Salvini


Guarda anche 

Maschera di Dalì e mitra in mano: erano due minorenni che giocavano a spaventare i passanti

ORBETELLO (Italia) – “La Casa di Carta” è ormai diventato un must un po’ per gli utilizzatori di Netflix di tutte le età, ma evident...
14.09.2021
Magazine

"No ai media di stato", riuscito il referendum contro il credito di 178 milioni alla stampa

La raccolta firme per il referendum contro il credito 178 milioni di franchi ai media sarebbe riuscita, secondo quanto riferisce il comitato "No ai media di stato&qu...
09.09.2021
Svizzera

Chi si rivede: la Nazionale torna a Lugano

LUGANO – A distanza di 3 anni la Svizzera tornerà a Lugano. Questa volta non con Vladimir Petkovic in panchina, ma con Murat Yakin, e lo farà in vista...
07.09.2021
Sport

Saracinesca Sommer: Qatar 2022 è nelle nostre mani

BASILEA – Dici Svizzera-Italia e, specie in Ticino, ti si drizzano le orecchie. Tornano alla mente tante sfide importanti per i colori rossocrociati e, uscendo dall...
06.09.2021
Svizzera