Ticino, 21 settembre 2020

"Lasciata a casa dopo nemmeno un anno e mezzo, essere svizzera mi ha solo penalizzata"

Pubblichiamo di seguito la testimonianza di una ragazza recentemente licenziata che vuole condividere la sua delusione per essere lasciata a casa e la sua impressione di essere stata sempre penalizzata nel mondo del lavoro a causa della sua cittadinanza svizzera. Nome e indirizzo dell'autrice del testo sono conosciuti alla redazione.

Sono una ragazza di 30 anni, svizzera, figlia di genitori svizzeri ed ho conseguito con ottimo successo il diploma di impiegata di commercio al dettaglio (venditrice). Dopo una lunga e travagliata ricerca di un posto di lavoro, ecco aprirsi per miracolo le porte di un grande marchio svizzero. Impiego a tempo parziale, meglio di niente!

Precisa sul lavoro, puntuale, benvoluta dai colleghi e soprattutto dai clienti. Ma ecco presentarsi la ristrutturazione del budget (i media lo hanno ampiamente riportato nelle scorse settimane) e quindi dell'organico: risultato? Dopo appena un anno e mezzo di lavoro mi ritrovo di nuovo senza occupazione
e con una bella lettera di "buon'uscita"!

Stessa sorte toccata ad una mia collega di mezza età dopo 27 anni di impiego in questa ditta. Non sono al corrente della percentuale di domiciliati e stranieri lasciati a casa, ma vorrei ricordare  a questa azienda ed ai suoi dirigenti che se da una parte impiegano personale straniero, chi riempie le casse di soldini sono i domiciliati e non certo i nostri vicini oltre confine!  Ed é ancora grazie a NOI che essa é diventata il marchio riconosciuto che è oggi!

Sono profondamente delusa perché il fatto di essere svizzera finora mi ha solo penalizzata e a ben poco sono valse le votazioni sulla limitazione di personale straniero. Il prossimo 27 settembre voteremo ancora, ma sinceramente ho poche speranze che qualcosa cambierà e lo slogan " Prima i nostri" resterà solo una bella utopia, almeno qui in Ticino!!!

Guarda anche 

Per chi esce dall'università trovare lavoro è diventato più difficile

Il mercato del lavoro svizzero sta diventando sempre più difficile per le persone in cerca di lavoro. Rispetto all’anno precedente, nel secondo trimestre del...
11.07.2024
Svizzera

Le donne fanno sempre più fatica a trovare lavoro dopo una gravidanza

Le donne fanno sempre più fatica a rientrare nel mondo del lavoro dopo una gravidanza. Centinaia di migliaia di madri non lavorano affatto o vorrebbero aumentare i...
25.06.2024
Svizzera

Tre impiegati della Posta licenziati per aver fatto esplodere una bottiglia di coca-cola

Tre dipendenti della Posta, impiegati nella sede vallesana di Vètroz, sono stati licenziati per un motivo davvero singolare, se non anche molto severo. “Davv...
03.05.2024
Svizzera

Una docente licenziata per aver avuto metodi “tirannici” con gli allievi

Indignati per le cattive pratiche di un insegnante di Glattfelden, nel canton Zurigo, diversi genitori di studenti avevano inviato una lettera alla direzione della scuola...
16.03.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto