Mondo, 28 agosto 2020

Docenti in rivolta, "il post Covid ci mette a rischio"

I docenti italiani sono in rivolta. La riapertura delle scuole post Covid– prevista tra meno di tre settimane – continua a far discutere. C’è apprensione tra gli insegnanti, la maggior parte over 55 e quindi considerati ‘a rischio’. “Si rischia – dice il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri – che i docenti spendano più tempo a far rispettare le regole che a fare le lezioni. Sarà un arduo compito”.

In Veneto, centinai di docenti hanno espresso la chiara volontà di non voler tornare in aula senza le dovute misure di sicurezza. “I docenti– afferma ai media italiani la segretaria della Cisl Scuola – si trovano senza tutele. La ripartenza delle scuole è un’incognita rischiosa”.

Guarda anche 

Regno Unito, parlamentare conservatore ucciso in una chiesa

Un parlamentare conservatore britannico, David Amess, 69 anni, è deceduto dopo essere stato accoltellato più volte venerdì durante una riunione parla...
15.10.2021
Mondo

Effetto green pass: un treno rimandato indietro

A Domodossola un treno merci della della società Hupac, che trasportava i mezzi da Friburgo allo scalo italiano di Novara Boschetto, è stato riman...
15.10.2021
Mondo

Taiwan, quasi 50 persone muoiono nell'incendio di un condominio

Quarantasei persone sono morte e altre decine sono rimaste ferite in un incendio scoppiato giovedì in un edificio nella città meridionale di Kaohsiung, sull...
14.10.2021
Mondo

Norvegia, l'attentatore con arco e frecce si era convertito all'islam

La polizia norvegese ha fornito alla stampa ulteriori informazioni sull'attacco di mercoledì sera. In una conferenza stampa tenutasi giovedì gli inquire...
14.10.2021
Mondo