Ticino, 20 luglio 2020

Quadri e la Foce, "ma chi dice che deve essere una movida?"

La Foce, contingentata nelle sere dei fine settimana, è rimasta pressochè deserta, il che non è piaciuto al Municipio: ieri sera Roberto Badaracco ha spiegato che si intendono pensare soluzioni alternative.

Ma non tutti, anche all'interno dello stesso gremio, concordano: "Flop? E chi lo dice?", scrive Lorenzo Qusdri.

Per il leghista, "almeno non ci sono assembramenti col rischio di far partire focolai di virus cinese e, la mattina dopo, la Foce non è ridotta ad un porcile con rüt ed escrementi umani sparsi ovunque. Come accadeva nelle settimane precedenti ("grazie" anche al fattivo contributo di brozzoni provenienti dall'ex macello). E di giorno l'area è fruibile per cittadini e famiglie".

"Non c'è scritto da nessuna parte che bisogna a tutti i costi trasformare la Foce in una movida notturna permanente; di questi tempi, poi. Se resta chiusa di notte e aperta di giorno non è certo un dramma. Anzi", conclude.

Guarda anche 

Coronavirus in Ticino: la situazione attuale

Il sito del Cantone ha appena fornito l’aggiornamento dei dati sull’emergenza Coronavirus. Alle 8:00 di oggi, mercoledì 12 agosto, si contano 3...
12.08.2020
Ticino

Coronavirus: la situazione in Ticino

Il sito del Cantone ha appena fornito l’aggiornamento dei dati sull’emergenza Coronavirus. Alle 8:00 di oggi, martedì 11 agosto, si contano 3'...
11.08.2020
Ticino

Se ne è andato Oviedo Marzorini

Il mondo della politica è in lutto per la scomparsa oggi del 75enne Oviedo Marzorini. Avvocato e notaio, per 15 anni è stato in Gran Consiglio nelle fila...
10.08.2020
Ticino

La scuola riparte in presenza, ecco come

Come si ripartirà con la scuola a settembre? Se ne è parlato questa mattina in conferenza stampa con Norman Gobbi, Presidente del Consiglio di Stato,&n...
10.08.2020
Ticino