Sport, 02 luglio 2020

Diagnosi shockante per l’arbitro Hänni: tumore al colon. “Come un brutto sogno”

Il fischietto elvetico è stato già operato nei mesi scorsi e ora sta reagendo

BERNA – Con la ripresa del campionato ormai avvenuta da un paio di settimane, calciatori, allenatori, dirigenti e arbitri sono tornati ai loro posti sul manto verde dei campi da calcio e, rispettivamente, in panchina e in tribuna. Ma all’appello al momento manca l’arbitro Nikolaj Hänni.

Il motivo è stato spiegato dallo stesso fischietto elvetico al “Blick”, durante un’intervista davvero shockante: in inverno gli è stato diagnosticato un cancro al colon! Il 44enne, che è già stato operato nei mesi scorsi, con la ripresa della Super League viene impiegato nella sala VAR di Volketswil. “Spero di poter riprendere ad allenarmi il più presto possibile, quindi in autunno. Fino ad allora il mio ruolo sarà alla VAR o di AVAR”, ha spiegato proprio al “Blick”.

“Questa lunga assenza mi pesa molto. Ho iniziato ad arbitrare il 17 aprile 1993 e ancora adesso mi diverto molto a fare questo lavoro. Fermarmi così di colpo ha richiesto diverso tempo per elaborarlo e metabolizzare la situazione”, ha continuato.

L’ex arbitro FIFA ha poi raccontato le impressioni e le emozioni vissute al momento della diagnosi. “I primi giorni mi sembravano un brutto sogno, speravo di svegliarmi e di iniziare tutto da capo come prima, ma non è stato così sfortunatamente. Ho però sempre avuto il sostegno della mia famiglia, di mia moglie e di mia figlia. Sono stato operato prima della pandemia e quindi sono rimasto a casa in malattia per le prime settimane del COVID: non potevo uscire di casa. Mia moglie lavorava da casa e quindi ho potuto godermi in modo maggiore della sua presenza: questo è stato molto utile per il processo di recupero”.

Hänni, fortunatamente, è guarito stando ai medici ma verrà “controllato regolarmente nei prossimi anni”, ha concluso.

Guarda anche 

Tanto coraggio e una gemma: una vittoria fondamentale per un Lugano che deve ancora correre

LUGANO – Dopo 4 pareggi consecutivi, di cui alcuni rocamboleschi e da mangiarsi le mani, il Lugano ieri sera a Cornaredo è tornato a conquistare quei 3 impor...
23.07.2020
Sport

Il nuovo sigillo di Inler e lo strapotere di Erdogan: la prima volta del Basaksehir

ISTANBUL (Turchia) – Dopo aver toccato l’apice della carriera, soprattutto con la maglia del Napoli e del Leicester (è stato campione d’Inghilter...
23.07.2020
Sport

La follia post lockdown: organizza una partita infetti contro sani!

PAMPLONA (Spagna) – Durante il lockdown, durante la punta più intensa della pandemia del COVID-19, un po’ tutti speravamo che da questa situazione ne s...
20.07.2020
Sport

Un altro mattoncino, ma caro Lugano… che spreco

SION – Era una di quelle partite da non sbagliare, era una di quelle sfide che mettevano in palo punti delicatissimi in ottica salvezza. Insomma, era una partita da...
20.07.2020
Sport