Sport, 30 giugno 2020

Sulmoni dice addio al Lugano e al calcio giocato

Oggi, martedì 30 giugno, si chiude la carriera del difensore Fulvio Sulmoni. Giunto in scadenza di contratto con il FC Lugano, il roccioso difensore centrale non ha esteso il suo contratto decidendo di "terminare la propria carriera professionistica nel calcio e di intraprendere un nuovo percorso lavorativo", si legge in un comunicato del club. "Al momento – continua la nota – il ticinese sta risolvendo un problema di salute e desidera comunicare, ringraziando per la comprensione, che risponderà ad eventuali domande di giornalisti nel corso di una conferenza stampa che terrà entro settembre".

"L’FC Lugano ringrazia di cuore Fulvio per il suo eccezionale contributo al calcio luganese e ticinese. Il difensore di Riva San Vitale esordì in bianconero nell’ottobre del 2005 in Challenge League contro il Lucerna, maglia che ha avuto modo di sudare a ben 178 riprese con grande professionalità e disciplina. "Fulvio è uno dei pochi ticinesi ad aver indossato in carriera, oltre alla maglia bianconera, anche quelle di AC Bellinzona (36 presenze), FC Chiasso (30 presenze) e FC Locarno (25 presenze). Prima di tornare in Ticino è però stato protagonista, nell’Oberland bernese, della sua unica ma estremamente positiva esperienza oltre Gottardo. Con la maglia del FC Thun Sulmoni ha infatti disputato ben 100 incontri ufficiali, culminati nella storica vittoria dei bernesi nello spareggio di Europa League contro il Partizan Belgrado nell’agosto del 2013, che spianò la strada alla sua prima partecipazione alla fase a gruppi di Europa League.

Rientrato in Ticino nell’estate del 2016 dopo uno scambio con Matteo Tosetti, Fulvio è stato uno degli assoluti protagonisti della storica cavalcata del Lugano di Tramezzani verso il terzo posto della stagione 2016-2017, ed in seguito di quello della stagione 2018-2019 sotto la guida di Fabio Celestini. In carriera il difensore mòmò ha disputato 11 partite di qualificazione all’Europa League e 8 nelle fasi a gironi". Fulvio si è distinto anche fuori dal campo, è infatti stato il coordinatore del “progetto scuole”, progetto patrocinato dal Club Sostenitori dell’FC Lugano e che si prefigge di combattere il bullismo tra i giovani svolgendo attività che sottolineano l’importanza di ogni componente di un gruppo, ed evitando così la discriminazione del singolo individuo mediante la visita di diverse classi di scuole elementare del Cantone.

"Il club bianconero augura a Fulvio il meglio per il suo futuro professionale e privato ed ha deciso che renderà omaggio alla sua carriera nell’occasione di una partita casalinga non appena saranno tolte le restrizioni attualmente in vigore per il contenimento del coronavirus".

Guarda anche 

VIDEO – Paura e terrore in Formula 1: Grosjean centra il muro e l’auto prende fuoco

SAKHIR (Bahrain) – Attimi di autentico terrore, momenti di grande panico, minuti di apprensione negli attimi successivi alla partenza del GP del Bahrain: il frances...
29.11.2020
Sport

Il Lugano si prende un weekend di pausa

LUGANO - Non è il caso di parlare di crisi, ci mancherebbe. Ma due sconfitte così il Lugano in questo avvio di stagione non le aveva mai subite. E se l...
29.11.2020
Sport

“Il Basilea ha perso qualità ma resta un osso duro”

LUGANO - Christian Gimenez, oggi c’è Lugano- Basilea. Una classica del nostro torneo ma a ruoli invertiti... Se debbo essere sincero - dice...
29.11.2020
Sport

La foto con la salma di Maradona costa caro: minacciati di morte

BUENOS AIRES (Argentina) – Indignazione, rabbia e minacce di morte. Si aggravano le conseguenze per Diego Molina e Claudio P., dopo la foto scattata alla salma di D...
29.11.2020
Sport