Mondo, 15 giugno 2020

Putin condanna "gli scontri e i disordini" negli Stati Uniti

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che le proteste contro il razzismo e la violenza della polizia negli Stati Uniti non devono lasciare spazio a "rivolte" e ha condannato la distruzione di monumenti storici in questa occasione.

Ciò che è accaduto [negli Stati Uniti] è la manifestazione di alcune profonde crisi interne ", ha detto Putin, osservando che questa crisi si stava verificando molto prima che il presidente Trump entrasse in carica. "Quando ha vinto, e la sua vittoria è stata assolutamente ovvia e democratica, gil partito sconfitto ha inventato ogni sorta di storie fasulle solo per mettere in discussione la sua legittimità ", ha aggiunto.

Putin ha sottolineato che il problema più grande del sistema politico americano è rappresentato dai partiti e dagli interessi particolari che operano dietro le quinte.

"Mi sembra che il problema sia che gli interessi dei partiti di gruppo, in questo caso, siano posti al di sopra degli interessi dell'intera società e degli interessi delle persone", ha detto Putin.

Quando la lotta per la parità dei diritti "si trasforma in disordine e disordini, non vedo nulla di buono per lo stato", ha detto Putin, in un estratto di un'intervista che verrà trasmessa domenica sera sul canale televisivo pubblico "Rossia 1". Riguardo alle "relazioni tra popolazioni bianche e afroamericani", Vladimir Putin ha sostenuto che l'Unione Sovietica e la Russia "hanno sempre mostrato grande simpatia per la lotta degli afroamericani per i loro diritti naturale ". Ma se questa lotta, "anche dopo che i crimini sono stati commessi, ha elementi legati al nazionalismo radicale, all'estremismo, allora non ci si può aspettare nulla di buono", ha continuato il presidente russo. Ha aggiunto che queste dimostrazioni erano l'espressione di "profonde crisi interne" negli Stati Uniti e che l'epidemia causata dal coronavirus aveva "evidenziato problemi generali".

Putin ha quindi esteso il discorso dei disordini sociali degli Stati Uniti collegandolo alla pandemia: "Mostra che ci sono problemi. Le cose connesse alla lotta con il coronavirus hanno acceso i riflettori su problemi generali". Ha criticato la mancanza di una forte leadership negli sforzi di risposta ai virus, affermando che "se il presidente dice che dobbiamo fare questo e quello, ma il governatore da qualche parte gli dice cosa deve fare". In Russia, "dubito che chiunque nel governo o nelle regioni direbbe 'non faremo ciò che dice il governo, ciò che dice il presidente, pensiamo che sia sbagliato", ha detto Putin. Putin crede che la democrazia americana sarà la soluzione per porre fine alla doppia crisi: la salute pubblica e i disordini sociali, che recentemente hanno travolto il paese.

Questa è stata la prima grande intervista di Putin dall'inizio della pandemia. Sottolinea come la cattiva gestione della pandemia e delle proteste siano collegate, segnalando una "crisi interna radicata" nel paese. Nel confrontare gli sforzi di risposta degli Stati Uniti e della Russia, ha affermato che la struttura del governo degli Stati Uniti è il motivo per cui sono state osservate perdite significative, al contrario delle perdite minime in Russia.

Guarda anche 

Trump si congratula con la Svizzera in occasione della Festa nazionale

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha presentato sabato le sue congratulazioni alla presidente Simonetta Sommaruga e al popolo svizzero in occasione della festa...
02.08.2020
Svizzera

Tensioni USA-Cina, chiuso il consolato cinese a Houston

Gli Stati Uniti hanno ordinato la chiusura del consolato cinese a Houston "per proteggere la proprietà intellettuale americana", ha detto mercoledì...
23.07.2020
Mondo

A Francoforte una festa degenera in disordini e scontri con la polizia, "sui poliziotti una grandine di bottiglie"

Dopo i disordini che hanno interessato Stoccarda, questo finesettimana un'altra città tedesca, Fracoforte, è stata teatro di tafferugli e violenze quand...
20.07.2020
Mondo

Gli Stati Uniti annunciano di aver ufficialmente lasciato l'Organizzazione mondiale della sanità

Il presidente americano Donald Trump ha ufficialmente avviato la procedura per il ritiro degli Stati Uniti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che...
08.07.2020
Mondo