Ticino, 16 aprile 2020

Riapertura dei valichi, "abbiamo calato le braghe"

La decisione dell'Amministrazione federale delle dogane di riaprire, seppur parzialmente, alcuni valichi doganali sarebbe stata dettata da pressioni dell'Italia sulla Svizzera, secondo il granconsigliere Massimiliano Robbiani, interpellato dal Mattinonline.

Robbiani ritiene la decisione delle autorità svizzere una “calata di braga” in un momento in cui “bisognerebbe restare vigili” per non vanificare i miglioramenti registrati negli scorsi giorni sul fronte Coronavirus. Senza contare, fa notare Robbiani, che i frontalieri provengono in buona parte dalle Regioni di Como e Varese, “dove i casi di Coronavirus invece di diminuire stanno aumentando”.

Invece, per il deputato leghista, la riapertura dei valichi dimostra che “la pressione economica e i rapporti di buon vicinato” stanno prevalendo sulle considerazioni di salute pubblica. “Questa è la triste realtà” conclude amareggiato Robbiani.

Guarda anche 

"I frontalieri devono poter viaggiare anche durante una pandemia"

La libertà di viaggiare e la mobilità dei frontalieri e i residenti delle zone di frontiera con un legame speciale (personale, familiare o professionale) in...
21.09.2021
Svizzera

Clamoroso: in FIFA 22 non ci sarà la Svizzera!

BERNA – C’è sgomento anche in seno alla Federazione svizzera di calcio: la Nazionale rossocrociata, infatti, sarà una delle squadre che non sara...
14.09.2021
Sport

Maschera di Dalì e mitra in mano: erano due minorenni che giocavano a spaventare i passanti

ORBETELLO (Italia) – “La Casa di Carta” è ormai diventato un must un po’ per gli utilizzatori di Netflix di tutte le età, ma evident...
14.09.2021
Magazine

Ci sarebbero anche degli aerei svizzeri nell'arsenale finito tra le mani dei talebani

Tra il considerevole arsenale finito tra le mani dei talebani dopo la loro riconquista lampo dell'Afghanistan (vedi articoli correlati) ci sarebbero anche aerei svizz...
12.09.2021
Svizzera