Svizzera, 01 aprile 2020

Pieno di debiti e condanne, espulso un italiano nato e cresciuto in Svizzera

È nato in Svizzera e ha sempre vissuto in Svizzera. Ciononostante un 47enne italiano dovrà ora crearsi una nuova vita in Italia. Lo ha confermato il Tribunale federale, che con sentenza pubblicata oggi ha confermato la revoca del permesso C e l’espulsione dell’uomo, divorziato e senza figli.
 
Un’espulsione che era stata decisa nel febbraio 2019, mentre l’uomo si trovava in carcere a scontare una pena detentiva di cinque anni per una rapina a mano armata e una lunga serie di reati finanziari, oltre a reati contro la legge federale sulle armi e contro la legge federale sugli stupefacenti. Era la sua terza condanna penale, quella di troppo secondo le autorità vodesi che decisero quindi di obbligare l’uomo a traslocare in Italia non appena sarebbe uscito dal carcere.
 
Lui si è opposto, ma anche i giudici federali hanno ritenuto che le condanne, sommate alla dipendenza dell’assistenza sociale e a oltre 420mila franchi di debiti, fossero un motivo sufficiente per allontanarlo dalla Svizzera. “Il ricorrente non si è mai integrato in Svizzera né professionalmente né socialmente” scrivono i giudici, evidenziando i suoi ripetuti periodi in disoccupazione e il fallimento di tutte e tre le società da lui create, per altro utilizzate per i suoi fini criminali. “Pertanto – concludono i giudici - un suo trasferimento in Italia è esigibile, nonostante le difficoltà che potrà incontrare nel primo periodo”.

Guarda anche 

Giovane musulmana rasata a zero per una relazione con un cristiano, i famigliari andranno in carcere

I genitori, lo zio e la zia della giovane ragazza musulmana picchiata e rasata a zero perché usciva con un giovane cristiano serbo (vedi articoli correlati), sono ...
24.10.2020
Mondo

Voleva uccidere il marito dell'ex-moglie, dopo tre anni di carcere dovrà lasciare la Svizzera

Il Tribunale federale ha confermato la condanna di un cittadino originario dei balcani per atti preparatori ad atti criminali. L'uomo aveva minacciato un rivale, avev...
20.10.2020
Svizzera

A 21 anni già due tentativi di omicidio, condannata a 9 anni di carcere e espulsa per 10 anni

A 21 anni ha già alle spalle due tentativi di omicidio e per questo dovrà passare 9 anni in carcere e poi espulsa verso il suo paese d'origine. Una cond...
17.10.2020
Svizzera

Le avevano tolto il passaporto svizzero ma le concedono il permesso di soggiorno

Il Tribunale amministrativo federale concesso un permesso di soggiorno a una donna di origine svizzera e a sua figlia, nonostante che la madre non avesse più il pa...
15.10.2020
Svizzera