Sport, 24 marzo 2020

“Il coronavirus: come un camion che ti investe. Eroi chi vive in 70mq con tre figli”

Pepe Reina, ex portiere del Napoli e del Milan, ha raccontato i suoi giorni di malattia

BIRMINGHAM (Gbr) – “Ho avuto i primi sintomi settimana scorsa, sono stati giorni difficili in cui ho preso ogni precauzione per non contagiare chi vive con me. I test qui non li fanno e può essere un problema. Ora sto bene, ma è stata dura: è come un camion che ti investe”. Con queste parole, rilasciate a “Cadena Cope”, Pepe Reina, ex portiere del Milan e del Napoli, ha raccontato gli ultimi giorni vissuti.

“Sono momenti difficili per tutti e preoccupanti. Sto seguendo quello che sta avvenendo e mi fa male vedere persone che se ne vanno senza neanche la possibilità di essere salutate per l’ultima volta dalla propria famiglia. Per superare il tutto dobbiamo rispettare le regole che ci sono state date e non mi interessa sapere quando potremo tornare in campo, ora conta la salute. Ci sono dei grandi interessi economici, lo so, ma vale per tutti i settori”.

Infine l’estremo difensore spagnolo ha sottolineato che “noi calciatori siamo dei privilegiati, per è facile restare in isolamento, le persone che hanno veramente i “cojones” sono quelli che vivono in 70mq con tre bambini. Loro sono degli eroi”.

Guarda anche 

Errori e autoreti (2!) condannano il Lugano! Ma come si fa a giocare alle 16?

BERNA – YB – Lugano 3-0. Il tabellino finale della sfida disputata ieri dai bianconeri a Berna non ammette repliche, almeno stando alle statistiche vere e pro...
06.07.2020
Sport

“ACB, splendida famiglia”

BELLINZONA - Orlando Gaston Magnetti ha trovato a Bellinzona la sua giusta dimensione, sia sul piano sportivo che, soprattutto, su quello umano. Proveniente dal Chia...
06.07.2020
Sport

Il Lugano non teme nessuno: nella Capitale per il colpaccio!

BERNA - Dalla ripresa del campionato, avvenuta il 19 giugno scorso, Young Boys e Lugano hanno collezionato gli stessi punti (7): due vittorie, un pareggio ed una sco...
05.07.2020
Sport

“Messi? Un ragazzino basso e autistico!”

BARCELLONA (Spagna) – Si è sollevato un polverone, e non poteva essere altrimenti, dopo le parole rilasciate da Christophe Dugarry ai microfoni di RMC. L&rsq...
03.07.2020
Sport