Svizzera, 16 marzo 2020

L'onda verde non si è fermata, i Verdi vincono le elezioni comunali di Ginevra

Nonostante l'ambiente non sia più un tema agli onori della cronaca come poche settimane fa, l'onda verde continua a perdurare a livello elettorale, perlomeno a Ginevra dove i Verdi hanno confermato la loro vittoria delle elezioni federali dello scorso ottobre. Al primo turno i Verdi conquistano un secondo mandato nel municipio della città di Ginevra, secondo i risultati basati su quasi il 95% dei voti scrutinati. Il socialista Sami Kanaan, unico dei municipali uscenti a ripresentarsi, è stato il candidato più votato senza tuttavia ottenere una maggioranza assoluta.

Dietro a Kanaan si piazzano tre suoi compagni di lista, la socialista Christina Kitsos e i Verdi Frédérique Perler e Alfonso Gomez. Al quinto, e ultimo, posto si posiziona il PLR Simon Brandt, il quale consente quindi, per il momento, alla destra di mantenere il suo unico seggio nell'esecutivo di Ginevra.

L'onda verde colpisce anche il Consiglio comunale della città, dove i Verdi passano da 8 a 18 seggi, secondo i risultati quasi definitivi disponibili finora. Diventerebbero così il secondo partito nel legislativo della città sul Lemano - che conta 80 rappresentanti eletti - dopo il PS (19) che mantiene invariati i suoi seggi e prima del PLR che ne perde uno (14), . L'altro vincitore di questa votazione sarebbe l'UDC, il quale passa da 6 mandati a 8.

A perdere piume sono il "Mouvement des Citoyens" (MGC) e il PPD, i quali perdono rispettivamente 4 e 3 loro 11 seggi detenuti finora. Fra i perdenti anche la cosidetta "sinistra radicale", la quale lascia sul terreno in tutto 4 mandati. Se questi risultati saranno confermati, la maggioranza del Consiglio Comunale della Città di Ginevra passerà a sinistra.

Ma anche nel resto del cantone i Verdi festeggiano, avendo quasi raddoppiato la loro rappresentanza nei Consigli comunali rispetto al 2015. Sorridono anche i Verdi liberali, che confermano i già buoni risultati dello scorso ottobre facendo la loro entrata nei legislativi di 8 comuni del cantone.

Ancora scosso dall'affare Maudet, il PLR è uno dei due grandi perdenti di questa tornata elettorale. Il primo partito del Cantone perderebbe per ora seggi in una ventina di comuni. L'altro perdente è il MCG, il quale, secondo i dati disponibili, perde 30 mandati nei vari consigli comunali.

I Verdi dovrebbero imporsi anche in diversi municipi, conquistando mandati a spese in particolare di PLR e PPD, sempre che ciò si confermi nel secondo turno in programma il prossimo 5 aprile.

Guarda anche 

"Votare adesso darebbe un risultato falsato"

Rinviare o meno le elezioni comunali in programma il prossimo 5 aprile. Una delle questioni su cui il governo e i politici si devono chinare in questi giorni è se ...
17.03.2020
Ticino

"Bellinzona deve diventare un polo sanitario riconosciuto a livello federale"

Oggi a presentarsi è Luciano Milani, candidato al Consiglio comunale di Bellinzona, che il prossimo 5 aprile cercherà di conquistare un mandato nel legislat...
16.03.2020
Ticino

"Bisogna incentivare le piccole e medie imprese di Lugano"

Oggi incontriamo Luisa Aliprandi, Consigliera comunale uscente di Lugano che il prossimo 5 aprile si presenta per un nuovo mandato. Signora Aliprandi, potrebbe present...
12.03.2020
Ticino

"Bisogna migliorare il piano viario di Lugano"

Oggi a presentarsi è Nicholas Marioli, Consigliere comunale uscente di Lugano che il prossimo 5 aprile si ripresenta per un nuovo mandato. Nicholas, potresti pr...
11.03.2020
Ticino