Svizzera, 10 marzo 2020

Cassis: "Abbiamo chiesto noi di far entrare i frontalieri"

"Siamo stati noi a chiedere all'Italia di far entrare i frontalieri". Lo ha detto il consigliere federale ticinese Ignazio Cassis a Parigi, dove si è recato per un incontro con il collega francese Jean-Yves Le Drian.

"Siamo noi – dice – ad aver chiesto di garantire che fosse consentito l'accesso in Svizzera, per motivi di
lavoro, ai cittadini della Lombardia. L'obiettivo deve essere quello di prendersi cura delle persone più vulnerabili. Abbiamo bisogno di una terapia intensiva che funzioni, di macchine che funzionino e di personale. Francia, Italia e Germania sanno bene fino a che punto il nostro sistema sanitario dipenda da queste forze di lavoro straniere".  

Guarda anche 

"Niente seconda ondata di coronavirus"

Sono dichiarazioni destinate a fare discutere quelle rilasciate dal membro della task force scientifica della Confederazione Marcel Tanner, secondo il quale "non ci ...
28.05.2020
Svizzera

A Ginevra i clandestini saranno risarciti per non aver potuto lavorare

Indennizzati per non aver potuto lavorare, pur non avendo il diritto di risiedere o lavorare in Svizzera. La chiusura parziale delle attività economiche causata da...
28.05.2020
Svizzera

Frontiere, con l'Italia non c'è ancora una data. Ma non sarà sicuramente il 3 giugno

Il Consiglio federale intende allentare ulteriormente, in sintonia con le tappe dell’apertura economica, le restrizioni d’entrata in seguito al coronavirus. D...
27.05.2020
Svizzera

Ecco tutti gli allentamenti previsti dal 6 giugno

Il 6 giugno 2020 saranno allentati in ampia misura i provvedimenti adottati per combattere il nuovo coronavirus. È quanto ha deciso il Consiglio federale nella ...
27.05.2020
Svizzera