Ticino, 09 marzo 2020

Coronavirus, Bignasca: "È ora di misure drastiche. Si chiudano scuole e frontiere"

*Dalla pagina Facebook di Boris Bignasca

L'unica cosa utile che può fare oggi il Gran Consiglio è affermare con forza la nostra contrarietà alla decisione di tenere aperte le frontiere. De facto siamo considerati dal Consiglio federale come una provincia della Lombardia.

A Berna non capiscono che tenere aperti i confini a tutti i frontalieri - e non solo a quelli indispensabili per il sistema sanitario - pone il Ticino in una situazione di grave rischio. Il Covid19 non sarà la peste nera, ma richiede in un numero considerevole di casi, un trattamento sanitario importante e continuativo e i posti per curare i pazienti negli ospedali ticinesi, purtroppo non sono infiniti.

È l'ora di misure più drastiche per contrastare il CoronaVirus come esperti del calibro del prof. Burioni chiedono da tempo. Anche la misura della chiusura delle scuole - messa sul tavolo dal dott. Merlani - è da mettere in atto.

*Gran Consigliere Lega dei Ticinesi

Guarda anche 

'Cartellino rosso' per Locarno e Semine: arbitri in "protesta" fino al 10 ottobre

Gli arbitri non ci stanno e alzano la voce. Fino al prossimo 10 ottobre, Locarno e Semine non disporranno di arbitri a disposizione per le partite. La decisione &ndash...
20.09.2021
Ticino

Legittima difesa: dalla parte delle vittime

Il prossimo 26 settembre i cittadini dovranno votare, per la seconda volta, sull’iniziativa popolare «Le vittime di un’aggressione non devono pagare i c...
19.09.2021
Ticino

Di notte, con la musica e senza rispetto: rave illegale a Villa Saroli

Il Comando della Polizia città di Lugano comunica che la notte del 17 settembre, agenti della Polizia Città di Lugano hanno dovuto intervenire poco dopo la ...
19.09.2021
Ticino

Rissa tra Semine e Locarno, incontro sospeso

 Il big match di Terza Lega tra Semine e Locarno finisce...in rissa. Una violenta lite sfociata in una maxi rissa si è registrata nel secondo tempo tra il ...
19.09.2021
Ticino