Sport, 08 marzo 2020

Lombardia chiusa e coronavirus: si ferma anche il calcio regionale!

Già due partite odierne risultano rinviate: con l’impossibilità di poter schierare giocatori provenienti dalla vicina Italia e con le limitazioni decise dal Consiglio federale il prossimo passo potrebbe essere quello di sospendere anche il calcio minore

LUGANO – L’intera Lombardia, e non solo, è zona rossa. Non si può accedere né uscire dalla Lombardia: anche chi vive in Italia e lavora in Svizzera sta vivendo con trepidazione queste ore dopo la decisione presa dal Governo italiano nella serata di ieri e firmata questa notte. Si potrà entrare lasciare la Lombardia soltanto in caso di “indifferibili esigenze lavorative o situazioni di emergenza”. Resta da capire, quindi, come verranno gestiti i frontalieri che ogni mattina dalla vicina Lombardia e dal Piemonte – altra zona chiusa – entrano nel nostro Paese per lavorare.

Nel contempo, con gli sport professionistici fermi, si è ormai arrivati al punto di non ritorno anche per i campionati dilettantistici. Se fino a ieri tutte le partite dei vari campionati erano state confermate dal medico cantonale – fino all’8 marzo – ecco che oggi sono già arrivati i primi rinvii: la sfida Coldrerio-Cadenazzo di 2a Lega e quella tra Sessa e Rapid Lugano 2, valida per la Coppa di 5a Lega, risultano rinviate.

Un rinvio dovuto a “cause di forza maggiore”, ci fanno sapere dalla Federazione Ticinese di calcio. Il rischio che i giocatori possano entrare in Svizzera dalla vicina Italia, ma che poi non possano fare ritorno nella Penisola è concreto, così come quello di non poter raggiungere il Ticino viste le restrizioni decise dal Governo tricolore.

Quelli dati fino a ieri sera sui campi di calcio del nostro Cantone, dunque, potrebbero essere stati gli ultimi calci a un pallone per un lungo, lunghissimo tempo. Un tempo contraddistinto da “una lunghissima serie di rinvii”.

Guarda anche 

SwissCovid presto installata automaticamente su tutti i telefoni?

Nonostante gli sforzi del Consiglio federale, l'applicazione SwissCovid fa ancora fatica a convincere gli svizzeri. Secondo una stima dell'Ufficio federale di sta...
01.08.2020
Svizzera

Sono almeno 30 i detenuti in attesa di espulsione rilasciati a causa della pandemia

In una sentenza pubblicata questa settimana Tribunale federale ha nuovamente rimproverato il Cantone di Zurigo, ordinando all'Ufficio federale della migrazione di Zur...
31.07.2020
Svizzera

Redditi in picchiata in Svizzera, fino a 1'700 franchi in meno per persona

A causa della pandemia di Coronavirus i redditi in Svizzera caleranno di 15 miliardi nel 2020 e nel 2021, ossia circa 1'700 franchi a persona, secondo uno studio dell...
27.07.2020
Svizzera

Sono diventati centinaia i casi sospetti di truffa dei crediti Coronavirus

I prestiti concessi dalla Confederazione per far fronte alla pandemia di Coronavirus continuano a tenere occupati la giustizia elvetica, con il numero di truffe sospette ...
25.07.2020
Svizzera