Svizzera, 20 febbraio 2020

Pirata della strada condannato a 5 anni di carcere e a pagare 30'000 franchi

Un motociclista di 26 anni che ha commesso molteplici infrazioni contro la legge sulla circolazione stradale è stato condannato martedì a quattro anni e undici mesi di carcere dal tribunale cantonale di Lucerna. L'elenco delle sue infrazioni è abbastanza lunga da riempire una pagina.
Nel 2014, 2015 e 2017, l'uomo è stato pizzicato in eccesso di velocità, a fare sorpassi pericolosi e guidando in contromano. Nonostante il ritiro della patente ha continuato a guidare. Ha inoltre falsificato le sue targhe e non ha seguito le istruzioni della polizia sulla manutenzione della sua moto.

Oltre alla lunga lista di infrazioni stradali, il 26enne è stato anche condannato per non aver rispettato il divieto di accendere fuochi durante l'estate del 2018 a Eigenthal (LU). Nonostante il divieto l'uomo aveva acceso una griglia. Allertata, la polizia era riuscita a convincerlo a spegnere il fuoco dopo lunghe discussioni con la polizia, ma ha insultato gli agenti mentre se ne stava andando.

Il tribunale lo ha quindi condannato a quattro anni e undici mesi di carcere. L'uomo dovrà inoltre pagare una 20 aliquote giornaliere di 130 franchi (2'600 franchi) e una multa di 800 franchi. I costi del processo, a a carico del condannato, ammontano a quasi 27'000 franchi.
Il procuratore aveva richiesto 42 mesi di carcere. La sentenza non è ancora definitiva e le parti hanno ancora la possibilità di presentare ricorso.

Guarda anche 

Aveva strangolato la sua coinquilina e abusato del suo corpo, non andrà in carcere perchè "schizofrenico"

Aveva strangolato la sua coinquilina e in seguito abusato sessualmente del suo corpo, ma non andrà in carcere perchè "affetto da disturbi schizofrenici...
04.04.2020
Svizzera

Condannato a 6 mesi di carcere per aver tossito su un poliziotto

Mercoledì scorso un uomo è stato condannato a Londra a sei mesi di prigione per aver tossito su un agente di polizia che lo aveva controllato dopo che quest...
04.04.2020
Mondo

Un primo drive-in per testare i casi sospetti di covid in Svizzera

Da circa una settimana, i medici di Lucerna hanno la possibilità di indirizzare i pazienti potenzialmente positivi al coronavirus a un centro di test sotto forma d...
01.04.2020
Svizzera

Pieno di debiti e condanne, espulso un italiano nato e cresciuto in Svizzera

È nato in Svizzera e ha sempre vissuto in Svizzera. Ciononostante un 47enne italiano dovrà ora crearsi una nuova vita in Italia. Lo ha confermato il Tribuna...
01.04.2020
Svizzera