Mondo, 18 febbraio 2020

VIDEO – Sotto i bombardamenti in Siria: un papà come Benigni per far ridere la figlia

Un padre si è inventato un gioco con la figlia mentre a Sarmada continuano i raid

SARMADA (Siria) – Tutti ci ricordiamo il film di Roberto Benigni, “La vita è bella”, nel quale l’attore italiano rappresentava un padre ebreo richiuso in un lager nazista con il figlio e con la moglie. Guido, questo il nome del protagonista, aveva come unico scopo quello di salvare la vita al piccolo Giosuè, facendogli credere che stava vivendo un gioco.

Un film, “La vita è bella “ che ha commosso tutti e che ha vinto anche l’Oscar come miglior film straniero nel 1999. Ma nella vita comune c’è chi sta provando a far vivere l’orrore della guerra come un gioco alla sua piccola
figlia: si tratta di un padre siriano che a Sarmada sta provando a far superare il terrore dei bombardamenti con un gioco da lui inventato.

Selva ha 4 anni e con la sua famiglia è scappata da Iblid e si sono rifugiati proprio a Sarmada, ma anche lì non sono al riparo dalle bombe. Perché la piccola non si spaventi quando ci sono i raid, il padre ha inventato un gioco: chiede alla figlia, come si vede nel video che sta facendo il giro del mondo, se si tratti di un aereo o di un proiettile e al momento dello scoppio ridono assieme. “Le faccio credere che sia il rumore di armi giocattolo”, ha spiegato l’uomo.

Guarda anche 

Elon Musk fa infuriare Zelensky e il suo entourage

Uno scambio tra il miliardario statunitense Elon Musk e il presidente Volodymyr Zelensky e altri funzionari ucraini su Twitter in merito all'invasione russa si &eg...
04.10.2022
Mondo

Per l'UE, pace in Ucraina “quasi impossibile” dopo le annessioni russe

Sabato, il capo della diplomazia europea, Josep Borrell, ha dichiarato che l'annessione delle regioni di Donetsk, Lugansk, Zaporijjia e Kherson rende "quasi impo...
02.10.2022
Mondo

Si riaccende il conflitto tra Armenia e Azerbaidjan, violenti scontri al confine

Martedì l'Armenia ha dichiarato che almeno 49 dei suoi soldati sono stati uccisi in scontri lungo il confine con l'Azerbaidjan, dopo una brusca escalati...
13.09.2022
Mondo

Per Blocher la Svizzera è "parte belligerante" della guerra in Ucraina e "in parte" responsabile della morte di soldati russi"

Christoph Blocher ha attaccato la politica federale sulla guerra in Ucraina giovedì scorso, come riporta la SonntagsZeitung di oggi. In un articolo intitolata &quo...
22.08.2022
Svizzera