Sport, 17 febbraio 2020

Lugano, il bello di esser grande… con le grandi!

La vittoria colta ieri contro l’YB non solo sfata un tabù, ma permette ai ragazzi di Jacobacci di riassaporare il gusto del successo e di tener distanti Thun e Xamax

LUGANO – Nella giornata più strana di un interno campionato davvero particolare, in cui le prime della classe hanno perso tutte e le piccole hanno, di conseguenza, vinto… il Lugano non poteva farsi trovare impreparato. Una partita preparata per un’intera settimana, in maniera maniacale e delicata, dopo il brutto KO di Thun: i bianconeri, col fiato sul collo degli stessi bernesi e dello Xamax, ieri hanno mostrato forse il loro lato migliore dell’intera stagione.

In fondo se una squadra non la batti dal 2002 e questa formazione nel frattempo si è laureata per due volte campione svizzero, mentre tu per anni hai dovuto veleggiare in Challenge League, qualcosa vorrà pur dire. Così come vuol dire qualcosa se sei in grado di batterla nel momento più importante e delicato della stagione. Ebbene sì, perché se il Lugano non avesse centrato il successo, o quantomeno non avesse fatto punti ieri contro l’YB, le cose si sarebbero fatte davvero complicate per i ticinesi, che si sarebbero ritrovati solamente a +4 sulla coppia che occupa gli ultimi due posti della classifica.

Quella vista ieri a Cornaredo, invece, è stata una squadra che finalmente ha potuto riabbracciare i suoi attaccanti, finalmente in rete e finalmente decisivi, che ha saputo affrontare i campioni in carica nonostante assenze importanti come quelle di Maric e Bottani e che ora può e deve prendere in mano il suo destino, il suo cammino e il suo futuro. Perché questa squadra, nonostante non sia completa al 100%, ne ha tutte le possibilità, nonostante qualche buco difensivo spesso arginato – ultimamente – da un Baumann che è cresciuto in maniera esponenziale.

Guarda anche 

Anche a porte chiuse il Casinò Lugano non si ferma.... si passa online!

L’11 marzo il Casinò ha chiuso le sue porte prima per lo “stato di necessità” stabilito dal Canton Ticino e poi per la “situa...
30.03.2020
Ticino

Con mascherine e guanti: il campionato continua!

MANAGUA (Nicaragua) – Mentre in giro per il mondo praticamente tutti i campionati di calcio sono stati sospesi – in Europa fa eccezione al Bielorussia –...
26.03.2020
Sport

“Il coronavirus: come un camion che ti investe. Eroi chi vive in 70mq con tre figli”

BIRMINGHAM (Gbr) – “Ho avuto i primi sintomi settimana scorsa, sono stati giorni difficili in cui ho preso ogni precauzione per non contagiare chi vive con me...
24.03.2020
Sport

Ora è ufficiale: Linus Klasen saluta il Lugano

LUGANO – Ormai era nell’aria, si attendeva soltanto il comunicato del Lulea e del Lugano, dopo che il suo agente aveva confermato di non aver ricevuto nessun&...
23.03.2020
Sport