Svizzera, 05 febbraio 2020

Si era unita all'ISIS, perderà (probabilmente) il passaporto svizzero

Una donna residente nel canton Vaud perderà verosimilmente la nazionalità svizzera perchè si è unita allo Stato islamico (ISIS). La donna, 30enne con la doppia nazionalità svizzera e francese, ha probabilmente lasciato perdere la scadenza per presentare ricorso contro il ritiro della sua cittadinanza ordinato dal Segretariato di Stato per la migrazione.

Resta da vedere se la donna abbia presentato un ricorso a tempo debito presso un'ambasciata all'estero, ha detto un dipendente del Tribunale amministrativo federale di San Gallo, interpellato dalla SRF. Se tale ricorso esiste, dovrebbe essere ricevuto nei prossimi giorni.

In caso contrario, la perdita della nazionalità entrerà in vigore all'inizio
della prossima settimana. Secondo quanto riportava il sito web del Tages-Anzeiger all'inizio di gennaio la donna sarebbe nata e cresciuta a Ginevra. Partita per la Siria nel 2016 per unirsi allo Stato islamico, prese con se le figlie all'insaputa del padre. Sul posto, ha sposato un combattente che è stato ucciso in un bombardamento nel 2018.

Nel caso in cui il ritiro del passaporto diventi effettivo, questa sarebbe solo la seconda volta dalla seconda guerra mondiale che un cittadino svizzero perde la cittadinanza. A settembre, il Segretariato di Stato per la migrazione (SEM) aveva già revocato il passaporto di un binazionale turco-svizzero e, anche in questo caso, il motivo del ritiro era l'appartanenza allo Stato islamico. 

Guarda anche 

90enne aggredita e violentata a casa sua a Como, arrestato un richiedente l'asilo

Una 90enne comasca è stata aggredita e violentata in casa, lo scorso venerdì 11 giugno. Come riportano i media italiani, l'anziana signora, tra le 21 e ...
15.06.2021
Mondo

Aggressione sessuale alla stazione di Olten: arrestato un migrante

La polizia cantonale solettese ha messo le manette ai polsi dell’uomo che lo scorso 5 giugno, attorno all’una, aveva aggredito sessualmente una giovane donna ...
14.06.2021
Svizzera

Votazioni federali, tre NO e due SI. Legge sul CO2 respinta di misura

Nella giornata di votazioni odierna i cittadini svizzeri hanno bocciato le iniziative agricole e la Legge sul Co2 mentre hanno approvato la Legge Covid-19 e la legge cont...
13.06.2021
Svizzera

I parlamentari a Berna dovranno rivelare le loro nazionalità. Greta Gysin è contrariata

Con 115 voti contro 64, il Consiglio nazionale ha approvato ieri una modifica dell’ordinanza sull’amministrazione del parlamento, che prevede che in futuro i ...
11.06.2021
Svizzera