Ticino, 30 gennaio 2020

Tra mito e tradizione: a Rancate torna "Ul Genee"

Rancate è pronto a salutare la cattiva stagione. Come? La tradizione vuole che alla fine di gennaio “Ul Genée” – un fantoccio satirico appeso nella via del nucleo – venga schernito e bruciato. Il rito propiziatorio, solitamente, veniva eseguito dai ragazzi della scuola elementare che – accompagnati dai docenti – davano vita a un corteo con latte e pentole nelle vie del paese.

Tristemente, il corteo non viene più eseguito da anni. Mentre ignoti abitanti continuano a mantenere viva la tradizione de “Ul Genée” esposto nel nucleo. Quest’anno – per sana ironia – il fantoccio era accompagnato da un cartellone che ironizzava sulla vicenda Via ai Grotti, zona parecchio discussa in questi mesi per l’introduzione di alcuni blocchi di cemento in strada.

Guarda anche 

“Coronavirus”: quando arriverà in Ticino saremo veramente pronti?

BELLINZONA – “Seguendo l’evoluzione appena fuori dai nostri confini (in Lombardia vi sono 10 Comuni in quarantena, eventi pubblici annullati, chiusura d...
23.02.2020
Ticino

Ordinaria follia al Rabadan. Solo ieri 9 diffide

Purtroppo non per tutti il Carnevale è sempre e solo sinonimo di divertimento e allegria, come dovrebbe essere. E anche questa edizione non fa eccezione. Questa...
22.02.2020
Ticino

Aspirante frontaliere fermato da un fax

Avrebbe dovuto sapere che non è consentito inviare un ricorso via fax, a causa dell’assenza di una firma autografa originale. O se non lui, almeno avrebbe do...
22.02.2020
Ticino

Galeazzi: "Cosa si farebbe in caso di emergenza alle dogane?"

I casi di Coronavirus in Lombardia stanno causando preoccupazione anche in Ticino. Tiziano Galeazzi, interpretando probabilmente il sentimento di insicurezza di molti, in...
22.02.2020
Ticino