Svizzera, 16 gennaio 2020

In carcere per aver pagato gli operai 20 centesimi all'ora

Il titolare di una società fallita nel 2018 è stato denunciato da quindici dei suoi ex dipendenti e posto in detenzione preventiva a Ginevra. L'accusa è di tratta di esseri umani, di non aver adempiuto ai suoi obblighi in termini di assicurazioni sociali, di non aver fornito vitto e alloggio secondo quanto concordato e di aver pagato ai dipendenti paghe irrisorie (si parla di 20 centesimi all'ora) rispetto a quanto concordato. I fatti si sono verificati nei cantoni di Ginevra, Vaud e Vallese. Secondo quanto riferisce la "Tribune de Genève", l'imputato attirava lavoratori precari provenienti da paesi dell'Est europeo con lauti stipendi che poi rimanevano lettera morta.

L'avvocato dell'imprenditore contesta in parte le accuse, indicando che i lavoratori hanno beneficiato di telefoni cellulari e di veicoli messi a loro disposizione e che nessuno dei denuncianti è stato costretto a firmare il contratto proposto.

Guarda anche 

Poliziotto sanzionato per non aver creduto a una vittima di minacce

Un poliziotto di Ginevra è stato sanzionato per non aver tenuto conto della testimonianza di una donna minacciata dal marito. Appena qualche settimana dopo esse...
28.04.2022
Svizzera

Poliziotto senza patente condannato per aver guidato una e-bike

Condannato per aver guidato una e-bike. È successo ad un poliziotto di Ginevra, il quale, dopo essersi visto ritirare la patente, aveva deciso di recarsi a lavoro ...
21.04.2022
Svizzera

Dopo l'autostrada, gli ecoattivisti bloccano un ponte a Ginevra

Dopo aver bloccato l'autostrada A1 fuori Losanna, degli attivisti del gruppo Renovate Switzerland hanno bloccato il traffico sul ponte del Monte Bianco a Ginevra. ...
14.04.2022
Svizzera

Morto poco dopo aver ricevuto il vaccino, la giustizia deve indagare

La giustizia ginevrina dovrà indagare la morte di un settantenne deceduto poco dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino covid il 15 marzo 2021. Come riporta la ...
08.04.2022
Svizzera