Mondo, 09 gennaio 2020

Dalle botte a un disabile alle bottiglie contro gli studenti: il folle pomeriggio di tre criminali

Follia. Non si potrebbe chiamare altrimenti quanto accaduto martedì pomeriggio nel Centro di Roma. Tre individui hanno picchiato quattro persone per rubare il cellulare. Bottini quasi insignificanti rispetto alla brutalità dei pestaggi: un uomo in sedia a rotelle ha riportato la frattura dello zigomo.

Un titolare di un supermercato è stato minacciato di morte. Tutto per una bottiglia di prosecco. Ma mica è finita qui: a uomo di 40 anni è stata spaccata una bottiglia di vetro in testa e preso a calci per consegnare il cellulare ai tre aggressori.

Ma non contenti, il trio di aggressori – un romeno, un albanese e un brasiliano –, già noto alle forze dell’ordine con precedenti penali, ha fatto irruzione in un liceo: hanno picchiato il bidello, hanno lanciato bottiglie di vetro contro gli studenti, ma non solo. All’arrivo della Polizia hanno aggredito anche gli agenti, non riuscendo però ad evitare il fermo.

Il gruppo criminale deve ora rispondere di rapina aggravata, lesioni, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e di danneggiamento.


 



 


Guarda anche 

In Italia aumentano i contagi, siamo a 132

Le persone contagiate in Italia, in particolar modo in Lombardia, aumentano parallelamente al panico da Coronavirus. Secondo Ansa sono 132, di cui 26 in terapia intensiva...
23.02.2020
Mondo

La CDU di Angela Merkel sempre più in crisi

Si aggrava la crisi all'interno della CDU di Angela Merkel, complicando ulteriormente la delicata fase della fine dell'era Merkel. Una nuova polemica è ...
23.02.2020
Mondo

Primo morto in Italia per il coronavirus. Conte: "Stiamo facendo il possibile". Salvini attacca: "Blindate i confini"

E' morto all'ospedale di Padova uno dei due pazienti positivi al coronavirus in Veneto, uno della ventina di contagiati. Lo conferma all'ANSA il governatore L...
22.02.2020
Mondo

Pazzesco! Si masturba sul bus, ma viene assolto. VIDEO

Assurdo. I fatti risalgono a quasi due anni fa, ma la notizia è stata resa nota soltanto oggi. Un nigeriano – con regolare permesso di soggiorno in Italia &n...
21.02.2020
Mondo