Svizzera, 19 dicembre 2019

Espulsione confermata per un simpatizzante dell'ISIS

Il tribunale amministrativo federale (TAF) conferma l'espulsione e il divieto di ingresso in Svizzera per 15 anni, pronunciato contro un cittadino franco-tunisino dall'Ufficio federale di polizia (Fedpol). Ci sono molte indicazioni che l'uomo di 43 anni sia un simpatizzante dello Stato Islamico (IS).

La misura era stata pronunciata nel dicembre 2017 dall'Ufficio federale di polizia (Fedpol). Il ricorrente aveva precedentemente vissuto in Svizzera con la moglie e cinque figli. La procura federale aveva indagato su quest'uomo che aveva trascorso sette mesi in detenzione preventiva, senza che ne emergano elementi di natura penale.

Secondo la sentenza pubblicata giovedì dal Tribunale amministrativo federale, l'assenza di motivi di imputazione non impedisce l'espulsione.
Quest'ultimo ha carattere preventivo e anche i giudici di San Gallo sottolineano che il procedimento penale non si è concluso.

L'uomo ha avuto e mantenuto contatti con personalità notoriamente radicalizzati nonché con individui che si sono uniti all'ISIS. Infine, numerose indicazioni mostrano che rappresenta un pericolo per la sicurezza interna ed esterna della Svizzera.
Durante un viaggio di famiglia in Turchia nel 2015, l'uomo avrebbero incontrato persone radicalizzate. Sebbene Ankara lo abbia espulso due volte, ogni volta ha cercato di fare rientro in Turchia. Inoltre, ha offerto denaro a un simpatizzante accusato di essersi unito dall'ISIS.

La sentenza non è tuttavia definitiva e può essere impugnata al Tribunale federale.

Guarda anche 

Espulsi dalla Svizzera i tre giocatori che picchiarono un arbitro

Cartellino rosso per i tre giocatori kosovari del FC Tordoya che nel 2018 aggredirono brutalmente un arbitro, durante una partita di quinta lega al centro sportivo di Eva...
15.04.2021
Svizzera

Tre calciatori rischiano l'espulsione dalla Svizzera per aver picchiato un arbitro

Sarà resa nota domani, giovedì, la sentenza nei confronti di tre cittadini kosovari processati questa settimana a Ginevra per rispondere della brutale aggre...
14.04.2021
Svizzera

Tra vento e rigori… il Lucerna costa 3'000'000 al Lugano

LUGANO – Se il Lugano ha ripreso a volare in campionato, tanto da occupare il terzo posto in classifica, martedì a volare è stato il pallone che, sosp...
15.04.2021
Sport

Ha spacciato tutta la vita: ora che è in pensione non può tornare dalla moglie in Ticino

Sua moglie vive in Ticino con un permesso C. Lui, appena uscito dal carcere in Italia e fresco di pensionamento, avrebbe voluto tornare da lei. Ma sarà lei a dover...
14.04.2021
Ticino