Svizzera, 19 dicembre 2019

Espulsione confermata per un simpatizzante dell'ISIS

Il tribunale amministrativo federale (TAF) conferma l'espulsione e il divieto di ingresso in Svizzera per 15 anni, pronunciato contro un cittadino franco-tunisino dall'Ufficio federale di polizia (Fedpol). Ci sono molte indicazioni che l'uomo di 43 anni sia un simpatizzante dello Stato Islamico (IS).

La misura era stata pronunciata nel dicembre 2017 dall'Ufficio federale di polizia (Fedpol). Il ricorrente aveva precedentemente vissuto in Svizzera con la moglie e cinque figli. La procura federale aveva indagato su quest'uomo che aveva trascorso sette mesi in detenzione preventiva, senza che ne emergano elementi di natura penale.

Secondo la sentenza pubblicata giovedì dal Tribunale amministrativo federale, l'assenza di motivi di imputazione non impedisce l'espulsione. Quest'ultimo ha carattere preventivo e anche i giudici di San Gallo sottolineano che il procedimento penale non si è concluso.

L'uomo ha avuto e mantenuto contatti con personalità notoriamente radicalizzati nonché con individui che si sono uniti all'ISIS. Infine, numerose indicazioni mostrano che rappresenta un pericolo per la sicurezza interna ed esterna della Svizzera.
Durante un viaggio di famiglia in Turchia nel 2015, l'uomo avrebbero incontrato persone radicalizzate. Sebbene Ankara lo abbia espulso due volte, ogni volta ha cercato di fare rientro in Turchia. Inoltre, ha offerto denaro a un simpatizzante accusato di essersi unito dall'ISIS.

La sentenza non è tuttavia definitiva e può essere impugnata al Tribunale federale.

Guarda anche 

Padre di famiglia costringeva una donna a prostituirsi, verrà espulso

Un padre di famiglia iracheno che avevaa costretto una donna ungherese a prostituirsi deve essere espulso dalla Svizzera. Il tribunale federale ha il ricorso del Minister...
28.03.2020
Svizzera

Da più di 20 anni in Svizzera senza (quasi) mai aver lavorato, verrà espulso

Arrivato in Svizzera a 21 anni, un 42enne italiano residente nel canton Vaud è stato espulso dopo aver vissuto nel nostro paese oltre 20 anni senza praticamente ma...
23.03.2020
Svizzera

“Non ho più sintomi, eppure il tampone è ancora positivo”. Moglie e figli sono in Svizzera

ROMA (Italia) – Sono passati circa 10 giorni da quando Nicola Porro, noto giornalista italiano, ha annunciato di aver contratto il coronavirus. Le sue condizioni or...
23.03.2020
Magazine

Arriva l’ufficialità: annullati i nostri Mondiali di hockey!

ZURIGO – Lo si immaginava, lo si supponeva e si attendeva soltanto l’ufficialità che è arrivata in questi minuti: i Mondiali di hockey su ghiacc...
21.03.2020
Sport