Svizzera, 02 dicembre 2019

Viticoltori manifestano a Berna, denunciano la concorrenza "sleale" dei vini stranieri

Circa 200 viticoltori, principalmente romandi, hanno manifestato lunedì a Berna per difendere il loro lavoro e il vino svizzero. Come riporta "Le Matin", rivendicano in particolare una limitazione delle importazioni di vino estero.

La manifestazione, intitolata "Le uve della rabbia" doveva inizialmente svolgersi in Piazza Federale, ma e poi stata spostata al casinò dal momento che gli assemblamenti di fronte al Palazzo del Parlamento non sono permessi durante il periodo della sessione.

I manifestanti, provenienti principalmente dai cantoni di Vaud, Vallese e Ginevra, hanno approfittato dell'inizio della sessione parlamentare per mettere in guardia i deputati sulle minacce che incombono sulla viticoltura e su altri settori dell'agricoltura.

Negli ultimi anni la quota di vino straniero consumato in Svizzera è aumentata fino a diventare superiore a quella dei prodotti autoctoni. "In Svizzera, beviamo quasi 80 milioni di litri di vini svizzeri e 170 milioni di vini stranieri", ha detto all'agenzia Keytone-ATS Alexander Fischer, commerciante di vino e viticoltura a Yens-sur-Morges (VD), e promotore della protesta.

Per lui e i suoi colleghi è ormai impossibile competere con il prezzo dei vini importati. "Sono venduti a tre o quattro franchi a bottiglia, mentre noi dobbiamo vendere i nostri a dieci o quindici", ha aggiunto.

Criticati sono in particolare alcuni accordi internazionali che creano una concorrenza sleale e propongono norme ambientali meno restrittive rispetto a quelle applicate in Svizzera, secondo quanto si poteva leggere sul loro opuscolo. I manifestanti chiedono un maggiore sostegno da parte della Confederazione e una revisione delle tasse di importazione per i vini stranieri.

Alcuni dei parteipanti hanno in programma di incontrare il ministro dell'Economia Guy Parmelin il 17 dicembre, a cui, per l'occasione, sottoporranno la problematica.

Guarda anche 

Sostenere le mucche con le corna, il Parlamento torna a discuterne

Nel novembre 2018, i votanti svizzeri avevano respinto con il 54% di "no" l'iniziativa "Per la dignità degli animali da allevamento", che v...
11.05.2022
Svizzera

Il Parlamento dei rifugiati accusa la Svizzera di razzismo, "discriminati rispetto agli ucraini"

Da metà febbraio circa 45'000 ucraini hanno ottenuto il permesso "S". Con questo permesso, gli ucraini possono vivere in Svizzera per almeno un anno,...
10.05.2022
Svizzera

Pompieri guidano con le sirene accese per un'operazione pubblicitaria, vengono condannati

Quando si fa parte di un servizio d'emergenza, come la polizia, i pompieri o autisti di ambulanze, le sirene dovrebbero essere usate solo si tratta effettivamente di ...
27.04.2022
Svizzera

Richiedente l'asilo aggredisce e uccide la moglie durante una lite

Poco dopo le 2 di domenica, la polizia cantonale bernese è stata informata che era scoppiata una lite tra una coppia nel centro di alloggio collettivo di Büre...
25.04.2022
Svizzera