Svizzera, 27 novembre 2019

Espulso truffatore che guidava senza patente

Un’altra espulsione decisa dal Dipartimento delle istituzioni è stata confermata dal Tribunale federale, con sentenza pubblicata martedì (2C_799/2019). Questa volta a essere cacciato dal territorio svizzero è un 48enne italiano, che dal 2013 beneficiava di un permesso di dimora.

Nei suoi pochi anni in Ticino l’uomo è stato condannato quattro volte per gravi infrazioni alle norme della circolazione ed è stato fermato più volte mentre guidava nonostante la revoca della licenza di condurre. Inoltre nel 2016 è stato condannato dalla Corte delle assise correzionali di Lugano per truffa, ripetuto furto, ripetuta violazione di domicilio, falsità in documenti e incitazione all’entrata, alla partenza o al soggiorno illegale. 

Dopo quest’ultima
condanna (16 mesi di detenzione di cui 10 sospesi) il Dipartimento delle istituzioni ha deciso di revocarli il permesso di dimora e gli ha fissato un termine per lasciare la Svizzera. L’uomo si è opposto, dapprima dinanzi al Consiglio di Stato poi al Tribunale amministrativo ticinese, entrambe le volte invano. Patrocinato dall’avvocato Stefano Camponovo, il cittadino italiano si è quindi appellato alla massima corte elvetica. Ma anche il Tribunale federale ha sottolineato la pericolosità dell’uomo, che ha più volte messo a repentaglio l’incolumità propria e di terze persone. I giudici hanno così respinto il ricorso del cittadino italiano e posto a suo carico le spese giudiziarie di 2000 franchi. La decisione di espulsione è quindi ora definitiva.

Guarda anche 

Espulsi dalla Svizzera i tre giocatori che picchiarono un arbitro

Cartellino rosso per i tre giocatori kosovari del FC Tordoya che nel 2018 aggredirono brutalmente un arbitro, durante una partita di quinta lega al centro sportivo di Eva...
15.04.2021
Svizzera

Tre calciatori rischiano l'espulsione dalla Svizzera per aver picchiato un arbitro

Sarà resa nota domani, giovedì, la sentenza nei confronti di tre cittadini kosovari processati questa settimana a Ginevra per rispondere della brutale aggre...
14.04.2021
Svizzera

Ha spacciato tutta la vita: ora che è in pensione non può tornare dalla moglie in Ticino

Sua moglie vive in Ticino con un permesso C. Lui, appena uscito dal carcere in Italia e fresco di pensionamento, avrebbe voluto tornare da lei. Ma sarà lei a dover...
14.04.2021
Ticino

Rubava auto in Ticino e le rivendeva: condannato ed espulso

Un 30enne rumeno comparso ieri in aula penale a Lugano è stato condannato a 16 mesi di detenzione da espiare e a 5 anni di espulsione dalla Svizzera. L’uo...
10.04.2021
Ticino