Svizzera, 22 novembre 2019

Espulsa nel 2005, è ancora in Svizzera

Sarebbe dovuta tornare in Turchia già nel 2005, visto che la sua domanda d’asilo era stata respinta. Ma è ancora in Svizzera. Grazie a una lunga serie di ricorsi, domande di revisione e di riesame, l’ultimo dei quali presentato nel maggio scorso dall’avvocatessa Catalina Mendoza del servizio giuridico di Caritas Svizzera.

La Segreteria di Stato della migrazione (Sem) è riuscita perlomeno a rimpatriare suo marito nel 2018. La quarta domanda di revisione era stata respinta e l’uomo era stato caricato con la forza su un aereo diretto in Turchia. Ma in quegli stessi giorni la donna era riuscita a presentare una quinta domanda di revisione, presentando presunti nuovi elementi a sostegno della domanda d’asilo sua e dei suoi due figli. La loro espulsione era quindi stata nuovamente sospesa.

Ma nell'aprile scorso la Sem ha respinto anche la quinta domanda di revisione. La donna
ha quindi nuovamente ricorso al Tribunale amministrativo federale. Ma anche i giudici, come si legge in una sentenza pubblicata oggi, hanno confermato che l’espulsione della donna e dei suoi due figli è eseguibile.

“Va ricordato che il tempo trascorso nella clandestinità o al beneficio di una semplice tolleranza non può essere considerato nell’apprezzamento” scrivono i giudici in risposta alla donna che diceva di essersi integrata, alla pari dei figli, sottacendo però che uno di loro era già stato condannato due volte dal Ministero pubblico.

In teoria quindi ora la donna dovrebbe raggiungere il marito in Turchia insieme ai due figli. In teoria, a meno che la Caritas Svizzera non dovesse trovare un altro sotterfugio legale per prolungare a oltranza una permanenza illegale durata già ben quattordici anni, ovviamente a carico dei contribuenti.

Guarda anche 

Viene truffata due volte e finisce per essere condannata per riciclaggio

Una donna residente in Vallese è riuscita a farsi truffare due volte dalla stessa persona e, se ciò non fosse abbastanza, è finita per essere condann...
16.02.2024
Svizzera

Vuole spostare l'auto di pochi centrimetri mentre è ubriaca, si ritrova con 10'000 franchi di multa

È una vicenda quantomeno singolare, per non dire sfortunata, quella avvenuta a una donna di Lucerna un sabato pomeriggio nell'estate del 2022. La donna si era ...
13.02.2024
Svizzera

Perde 40'000 franchi col gioco d'azzardo, ma la banca doveva fermarla (e dovrà risarcirla)

Un debito di 40'000 franchi di una ex cliente di PostFinance, contratto a causa di un errore informatico della banca, dovrà essere cancellato. La giustizia rit...
11.02.2024
Svizzera

Fa ricorso al Tribunale federale dopo aver perso la patente, ma le costa caro

Un'automobilista argoviese di 65 anni si è rivolta al Tribunale federale per contestare il ritiro della sua patente di guida. Nell'aprile 2020 la donna ave...
31.01.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto